Pensioni, a febbraio scattano gli aumenti: chi ci guadagna di più dalla rivalutazione degli assegni

Stefano Rizzuti

14/01/2023

14/01/2023 - 15:53

condividi

Da febbraio scattano le rivalutazioni delle pensioni: vediamo di quanto aumentano gli assegni, chi ci guadagna di più e qual è il calendario dei pagamenti.

Pensioni, a febbraio scattano gli aumenti: chi ci guadagna di più dalla rivalutazione degli assegni

Scatta la rivalutazione delle pensioni per milioni di italiani: gli aumenti sugli assegni arriveranno a febbraio. L’importo previdenziale mensile, quindi, salirà - e non di poco - per tantissimi pensionati. L’Inps, infatti, ha stabilito che da febbraio arriveranno gli importi aumentati degli assegni grazie alla rivalutazione stabilita dall’ultima legge di Bilancio.

La prima novità riguarda le pensioni minime che, per gli over 75, salgono da 525 a 600 euro. Ma ad aumentare sono anche gli altri assegni, con una rivalutazione piena per i trattamenti fino a quattro volte il minimo.

Da febbraio, quindi, scatta la rivalutazione stabilita dalla manovra per tutti coloro i quali non hanno già avuto l’aumento a gennaio. Vediamo chi ci guadagna di più, quanto aumentano gli assegni mensili e qual è il calendario dei pagamenti per il mese di febbraio.

Aumenti pensione, quando arrivano e a quanto ammontano

Tra l’1 e il 4 febbraio arriveranno quindi gli assegni previdenziali con la rivalutazione che sarà, come spiega Sos.Tariffe, del 7,3%. L’incremento effettivo, viene ricordato, è del 5,3%, a cui aggiungere un altro 2% che viene già pagato da novembre, come stabilito dal governo Draghi.

Chi ci guadagna di più dalla rivalutazione

La rivalutazione non varrà per tutti i pensionati allo stesso modo. L’adeguamento sarà del 100% per gli assegni fino a quattro volte il minimo, ovvero per importi che non superino i 2.101,52 euro. Poi, salendo la cifra dell’assegno, scende la percentuale dell’aumento.

Tra i 2.101,52 e i 2.626,90 euro la rivalutazione sarà dell’85%, corrispondente a circa 162 euro in più. Tra i 2.626,90 e i 3.152 euro, la rivalutazione sarà del 53%, pari a un incremento dell’assegno di circa 120 euro al mese.

Quanto crescono le pensioni minime

L’incremento maggiore si registrerà per le pensioni minime degli over 75: nel loro caso l’assegno sale a 600 euro al mese, a cui aggiungere la rivalutazione perequativa per un totale di 697 euro. Chi, invece, non ha ancora compiuto 75 anni vedrà salire il suo assegno a 570 euro, con una rivalutazione che è superiore al 100%.

Pensioni, quando verranno pagate a febbraio: il calendario

Gli aumenti, quindi, verranno recepiti sugli assegni di febbraio. Chi riceve la pensione attraverso accredito sul conto bancario o postale avrà l’importo versato dal primo di febbraio. Vediamo, invece, quali sono le date dei pagamenti negli uffici postali, con il calendario predisposto sulla base della lettera iniziale del cognome dell’intestatario dell’assegno:

  • Mercoledì 1 febbraio: A-C
  • Giovedì 2 febbraio: D-K
  • Venerdì 3 febbraio: L-P
  • Sabato 4 febbraio: Q-Z

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it