Pensioni, arrivano gli avvisi bonari: per chi e cosa fare

Stefano Rizzuti

31 Marzo 2022 - 15:29

condividi

L’Inps annuncia che sono in arrivo gli avvisi bonari relativi ai mancati versamenti: vediamo chi li riceverà, cosa fare e come pagarli anche attraverso il sito dell’istituto di previdenza.

Pensioni, arrivano gli avvisi bonari: per chi e cosa fare

Arrivano gli avvisi bonari Inps. A riceverli saranno artigiani e commercianti, come viene annunciato nel messaggio n. 1430/2022 pubblicato il 30 marzo dall’istituto di previdenza. Gli avvisi sono già stati emessi: in questi giorni arriveranno tutti quelli relativi ai mancati versamenti dei contributi per le pensioni di queste categorie di lavoratori.

La comunicazione dell’Inps riguarda la rata della contribuzione fissa di tre diverse scadenze: settembre 2020, novembre 2020 e febbraio 2021. Si tratta di scadenze a loro volta relative a differenti periodi in cui andavano pagate le rate dei contributi. Vediamo chi riceverà gli assegni bonari, dove sarà possibili trovarli anche attraverso il proprio cassetto previdenziale e cosa fare per pagarli, con le relative scadenze.

Pensioni, avvisi bonari Inps: a chi arriveranno

Gli avvisi bonari verranno inviati ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni di artigiani e commercianti. A ricevere una mail di alert saranno sia i titolari della posizione contributiva che i loro intermediari, sempre che sia stato inserito un indirizzo di posta elettronica nel cassetto previdenziale.

Dove vedere gli avvisi bonari Inps

Gli avvisi bonari saranno a disposizione dei lavoratori nel cassetto previdenziale artigiani e commercianti. Il percorso da seguire per ritrovarli è: “Cassetto previdenziale per artigiani e commercianti” -> “posizione assicurativa” -> “avvisi bonari”.

Cosa fare quando arrivano

Nel caso in cui l’avviso riguardi una rata già pagata è necessario comunicarlo attraverso il cassetto previdenziale alla voce “invio quietanza di versamento”. Per raggiungerla è prima necessario entrare nella sezione “Cassetto previdenziale per artigiani e commercianti”, poi andare nella sezione “Comunicazione bidirezionale” e infine andare alla voce “Comunicazioni” e selezionare “Invio quietanza di versamento”. Attraverso questa procedura l’istituto di previdenza acquisirà l’avvenuto pagamento.

Con gli avvisi bonari viene data la possibilità di versare la cifra applicando sul pagamento una sanzione ridotta del 10% rispetto alla maggiore imposta. In caso di mancato pagamento, invece, l’importo dovuto sarà richiesto con un avviso di addebito con valore di titolo esecutivo.

Avvisi bonari Inps, le scadenze

Le scadenze degli avvisi bonari sono riferite a tre diversi e specifici periodi. Quelle del settembre 2020 riguardano la prima rata di maggio 2020, che era stata sospesa e poi posticipata al 16 settembre 2020.

Per la scadenza di novembre 2020 si fa riferimento alla terza rata del 2020. Mentre per il febbraio del 2021 la rata è la quarta del 2020. Il termine di pagamento dell’avviso bonario è di 30 giorni: dopo quella scadenza verrà richiesto tramite l’avviso di addebito con valore di titolo esecutivo.

Argomenti

# INPS

Iscriviti a Money.it