Pensione anticipata lavori usuranti 2018: requisiti, come fare domanda e scadenza

Pensione anticipata lavori usuranti: la domanda di riconoscimento dei requisiti dovrà essere presentata entro la scadenza del 1° maggio 2018. Ecco come fare e quali sono i lavoratori interessati.

Pensione anticipata lavori usuranti 2018: requisiti, come fare domanda e scadenza

Pensione anticipata lavori usuranti: si avvicina la scadenza per presentare domanda di riconoscimento dei requisiti.

Entro il 1° maggio 2018 i lavori addetti a mansioni particolarmente faticose e pesanti dovranno presentare all’INPS il modulo AP45, con il quale richiedere l’accesso alla pensione anticipata a partire dal 1° gennaio 2019 nel rispetto dei requisiti anagrafici e contributivi richiesti.

Per i lavoratori dipendenti del settore pubblico o privato e per gli autonomi che svolgono lavori usuranti si tratta di una data da tenere bene a mente: è il primo passo necessario per poter andare in pensione anticipata.

L’invio della domanda entro la scadenza il 1° maggio 2018 è infatti obbligatorio per i lavoratori che perfezioneranno i requisiti per l’accesso alla pensione anticipata dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019.

L’istanza compilata e inviata tramite il modulo AP45 dell’INPS precede la domanda di pensione vera e propria perché, secondo le regole previste dalla Legge di Bilancio 2017, è necessario richiedere all’INPS il riconoscimento del beneficio per i lavori usuranti entro il 1° maggio dell’anno precedente a quello di maturazione dei requisiti.

Di seguito istruzioni e requisiti per andare in pensione anticipata con il beneficio lavori usuranti e le regole sulla compilazione della domanda INPS.

Pensione anticipata lavori usuranti: cos’è?

I lavoratori che svolgono mansioni particolarmente pesanti hanno diritto ad andare in pensione prima del perfezionamento dei requisiti anagrafici e contributivi per l’accesso al trattamento ordinario.

L’accesso al beneficio della pensione per gli usuranti è riconosciuti ai lavoratori dipendenti e autonomi con almeno 35 anni di contributi versati all’INPS mentre il requisito anagrafico è differente in base al tipo di attività svolta, con un minimo di 61 anni e 7 mesi di età fino ad un massimo di 64 anni e 7 mesi.

L’accesso alla pensione con requisiti ridotti è riconosciuto previa presentazione di domanda di riconoscimento all’INPS.

Anche nel 2018 potranno presentare domanda le seguenti categorie di lavoratori:

  • impegnati in mansioni particolarmente usuranti;
  • notturni a turni e/o per l’intero anno;
  • addetti alla cosiddetta “linea catena”;
  • conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a nove posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

Ed è proprio questo l’elenco dei lavoratori interessati alla presentazione della domanda entro il 1° maggio 2018, nel caso in cui i requisiti oggettivi e soggettivi per l’uscita anticipata dal lavoro dovessero essere perfezionati a partire da gennaio del 2019.

Quali sono i lavori usuranti

Per capire chi deve e può presentare all’INPS domanda di riconoscimento del beneficio per l’accesso alla pensione anticipata, vediamo innanzitutto quali sono i requisiti soggettivi richiesti.

I lavori usuranti individuati con d.Lgsl. 67/2011 e con la legge 214/2011 sono i seguenti:

  • lavori svolti in gallerie, cave o miniere; i lavori svolti ad alte temperature; i lavori in cassoni ad aria compressa; i lavori nella catena di montaggio; i lavori svolti dai palombari; i lavori in spazi ristretti; le attività di asportazione dell’amianto; le attività di lavorazione del vetro cavo.
  • lavoratori a turni che prestano lo loro attività nel periodo notturno per almeno 6 ore non meno di 64 giorni lavorativi l’anno; i lavoratori che prestano la loro attività per almeno 3 ore tra la mezzanotte e le cinque del mattino per periodi di lavoro di durata pari all’intero anno lavorativo.
  • lavoratori impegnati all’interno di un processo produttivo in serie, i lavoratori che svolgano attività con ripetizione costante dello stesso ciclo lavorativo, i lavoratori addetti al controllo computerizzato della produzione e al controllo qualità.
  • conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a 9 posti, adibiti a servizio pubblico.

Requisiti pensione anticipata lavori usuranti 2018

Oltre alla tipologia di lavoro svolto, è necessario il rispetto di specifici requisiti di natura oggettiva in merito alla durata di svolgimento della mansione usurante.

La pensione anticipata è riconosciuta ai lavoratori che, in possesso dei requisiti soggettivi richiesti, abbiano svolto una o più delle attività usuranti per un tempo pari:

  • ad almeno sette anni negli ultimi dieci anni di attività lavorativa, compreso l’anno di maturazione dei requisiti, per le pensioni aventi decorrenza entro il 31 dicembre 2017;
  • ad almeno la metà della vita lavorativa per le pensioni con decorrenza dal 1° gennaio 2018 in poi.

Età pensione anticipata usuranti

Per quanto riguarda, invece, il requisito anagrafico è necessario considerare il tipo di lavoro usurante svolto:

  • per i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti (addetti alla cosiddetta “linea catena”, conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo, notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi pari o superiore a 78 all’anno o per lavoratori notturni che prestano attività per periodi di durata pari all’intero anno lavorativo:
    • dipendenti: quota 97,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 61 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
    • autonomi: quota 98,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 62 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
  • per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi da 72 a 77 all’anno:
    • dipendenti: quota 98,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 62 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
    • autonomi: quota 99,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 63 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
  • per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi da 64 a 71 all’anno:
    • dipendenti: quota 99,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 63 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
    • autonomi: quota 100,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 64 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni.

Domanda pensione anticipata lavori usuranti 2018

Come anticipato, quindi, per poter andare in pensione anticipata nel 2019 sarà necessario presentare domanda di riconoscimento dei requisti all’INPS entro il 1° maggio 2018.

La domanda potrà essere presentata direttamente, compilando il modulo AP45 ed effettuando l’invio in modalità telematica sul sito dell’INPS, ovvero presso la struttura territoriale competente o tramite patronati.

Si allega di seguito il modulo di domanda da inviare entro la scadenza del 1° maggio 2018:

Modulo AP45 INPS
Scarica il modulo di domanda INPS per il riconoscimento dei requisiti per l’accesso alla pensione anticipata lavori usuranti

I documenti da allegare al modulo di domanda per la pensione anticipata lavori usuranti sono stati comunicati dal Ministero del Lavoro con decreto del 20 settembre 2017.

Dopo le necessarie verifiche, l’INPS comunicherà al lavoratore l’accoglimento o il rigetto della domanda di valutazione dei requisiti e, soltanto successivamente, sarà possibile richiedere la pensione con decorrenza a partire dal 1° gennaio 2019 o nei mesi successivi.

Il rispetto della scadenza del 1° maggio 2018 è molto importante: un mese di ritardo nella consegna comporterà un ritardo nel diritto alla decorrenza al trattamento per un solo mese. Se il ritardo è da 1 a 3 mesi, il differimento sarà di 2 mesi, mentre sarà di tre mesi per ritardi superiori.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Lavori usuranti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.