Patente di guida dimenticata: cosa succede se vi fermano?

Cosa si rischia chi dimentica la patente di guida a casa e viene fermato al posto di blocco? Vediamo quali sanzioni possono essere applicate ai conducenti dalle autorità competenti.

Patente di guida dimenticata: cosa succede se vi fermano?

Vi sarà certamente capitato di dimenticare la patente a casa perché siete in ritardo e dovete uscire in fretta e furia.

Ma cosa succede se venite fermati dalle autorità competenti e non avete con voi il documento di guida? In questo caso scattano pesanti sanzioni per l’automobilista; il Codice della Strada, infatti, prevede che per poter guidare qualsiasi veicolo è necessario possedere e portare con sé una serie di documenti tra cui la patente di guida.

Vediamo però a quanto ammontano le sanzioni per chi viene sorpreso alla guida senza patente e quali verifiche devono essere effettuate dalle autorità competenti.

Cosa prevede la legge?

L’art. 180 del Codice della Strada prevede che per poter circolare con dei veicoli a motore bisogna sempre avere con se i seguenti documenti:

  • carta di circolazione, ovvero il certificato di idoneità tecnica alla circolazione o il certificato di circolazione, a seconda del tipo di veicolo condotto;
  • patente di guida valida per il veicolo che si sta guidando. In caso di guida di veicoli a trazione animale, o in caso di conduzione di animali da tiro, il conducente deve essere in possesso di determinati requisiti fisici e psichici, come indicato dall’articolo 115, comma 2.

In mancanza di uno dei suddetti documenti, sono previste sanzioni gravi, che possono andare da una multa al sequestro del veicolo.

Sanzioni per chi si dimentica la patente a casa?

Come abbiamo già accennato può capitare che per distrazione o per fretta si esca di casa senza aver preso la patente.

Ma cosa succede nel caso in cui il conducente che ha scordato la patente a casa venga fermato dalle autorità competenti? Per prima cosa gli agenti provvederanno ad accertare, tramite un controllo nel database, che il conducente abbia effettivamente conseguito la patente e che si tratti solamente di una dimenticanza.

Dopodiché verrà fatto firmare all’automobilista un verbale nel quale gli viene chiesto di presentarsi entro 30 giorni dalla data della firma in caserma per esibire la patente di guida.

Nel caso in cui il conducente non dovesse presentarsi entro il suddetto termine presso una caserma al fine di esibire il proprio documento di guida, questo potrà esser punito con una multa che va da un minimo di 419 euro fino a 1.682 euro.

Questa sanzione gli sarà notificata a partire dal giorno successivo a quello stabilito come termine ultimo per la presentazione della patente in caserma.

Inoltre per la dimenticanza momentanea della patente si applica una sanzione pecuniaria di 41 euro. Tale multa dovrà essere pagata anche nel caso in cui il conducente sia disponibile ad andare a prendere o a farsi portare la patente da una terza persona.

Se l’automobilista procederà al pagamento della sanzione entro 5 giorni, potrà godere di uno sconto del 30% e potrà pagare quindi solamente 28,70 euro.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Patente

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.