Può capitare di dimenticare la patente di guida ed uscire per una commissione o fare un viaggio. Anche se la patente è a casa, il Codice della strada prevede una multa per questa “dimenticanza”.

Chi viene fermato dalle Forze dell’ordine alla guida senza patente rischia una sanzione amministrativa di 41 euro e dovrà firmare un verbale dove si impegna a presentarsi in caserma ed esibire la patente dimenticata, altrimenti ci sarà un aumento esponenziale dell’importo da pagare.

Ecco cosa fare se la patente è stata dimenticata a casa e quali sono i documenti che non possono mai mancare quando ci si mette alla guida di automobile e moto.

I documenti necessari alla guida

L’articolo 180 del Codice della strada stabilisce quali sono i documenti che il guidatore deve sempre avere con sé:

  • carta di circolazione, ovvero il certificato di idoneità tecnica alla circolazione o il certificato di circolazione, a seconda del tipo di veicolo condotto;
  • patente di guida in corso di validità.

Se manca uno o entrambi di questi documenti le Forze dell’ordine possono comminare le sanzioni previste che, in alcuni casi, possono essere più salate di quanto si pensi.

Patente lasciata a casa: le sanzioni

Passiamo adesso alle sanzioni amministrative spettanti per chi dichiara di aver dimenticato la patente a casa o altrove. Quando si viene fermati al posto di blocco come prima cosa gli agenti chiederanno di identificarsi con nome, cognome e carta d’identità; dopodiché provvederanno a verificare tramite database se la persona alla guida sia effettivamente munita di regolare licenza.

Dopo aver accertato che si è trattato di una dimenticanza, al guidatore verrà chiesto di firmare un verbale dove si impegna a presentarsi in caserma entro 30 giorni e mostrare la patente. Se non si presenta o se si presenta oltre il termine riceverà una multa piuttosto salata: si va da un minimo di 416 euro fino a 1.682 euro. Tale sanzione viene notificata a partire dal giorno successivo a quello stabilito come termine ultimo per la presentazione della patente in caserma.

Invece al momento del controllo viene applicata una multa pari a 41 euro che dovrà essere pagata anche nel caso in cui il conducente sia disponibile ad andare a prendere o a farsi portare la patente da una terza persona. Se l’automobilista procede al pagamento della sanzione entro 5 giorni potrà godere di uno sconto del 30% e potrà pagare quindi solamente 28,70 euro.