Omicron 5, le cose da non fare per salvare l’estate: i consigli anti-contagio

Claudia Mustillo

9 Luglio 2022 - 10:43

condividi

Più di un milione di positivi in Italia: ecco come evitare il contagio da Omicron 5 e salvare le vacanze.

Omicron 5, le cose da non fare per salvare l'estate: i consigli anti-contagio

Nuovo allarme Omicron per via del grande aumento di contagi: più di un milione di positivi in Italia. E i numeri potrebbero essere molto più alti, sono molte le persone che effettuano il tampone fai da te a casa e non comunicano ufficialmente la loro positività.

Le restrizioni contro il Covid sono state ridotte al minimo e la mascherina, anche laddove è rimasta obbligatoria, non viene quasi più utilizzata. I controlli, dove e se ci sono, risultano inefficaci. Aumenta, allora, la preoccupazione di chi non aspetta altro che le vacanze estive per un po’ di relax. Ma come salvare la vacanza e l’estate evitando il contagio di Omicron?

I consigli degli esperti per salvare l’estate evitando il contagio da Omicron

Ormai proteggersi dal virus è una scelta individuale, spetta a chi vuole evitare il contagio utilizzare tutti gli strumenti per farlo, a partire dalla mascherina.

Per quanto riguarda l’estate, ovviamente, non abbassiamo troppo la guardia, usiamo le mascherine come se fossero occhiali da sole, soprattutto per le persone fragili o per i caregiver che difendendosi, difendono anche i propri familiari", aveva suggerito qualche giorno fa in un’intervista, al Gruppo San Donato, Fabbrizio Pregliasco.

Con Omicron 5 un positivo è in grado di infettarne altre 10-15. Ecco come difendersi dai contagi in vista dell’estate e salvare la vacanza:

  • Mascherine: utilizzare la mascherina, oltre che nei luoghi dove ancora è obbligatoria quando si creano assembramenti o situazioni in cui non è possibile mantenere la distanza. Ricordiamo che una mascherina Ffp2 ben indossata rimane comunque un’ottima barriera per evitare il virus, anche se gli altri intorno a noi non la indossano, un consiglio che rimane valido anche per gli aerei dove adesso non c’è l’obbligo;
  • Distanza di sicurezza: continuare a mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro con persone che non fanno parte del nucleo familiare è sicuramente importante per evitare il contagio;
  • Lavarsi le mani: igienizzarsi spesso con acqua e sapone o in alternativa utilizzare soluzioni idroalcoliche e igienizzanti può fare la differenza;
  • Evitare assembramenti: ambienti affollati o chiusi con scarsa ventilazione, sono per quanto possibile da evitare. Nei luoghi chiusi per evitare il contagio è bene rinunciare, se la fame e la sete lo permettono, alla merenda per non smettere di indossare la mascherina. In generale è sempre meglio prediligere gli spazi aperti;
  • Contatti personali: evitare abbracci e strette di mano, evitare di scambiarsi bottiglie e bicchieri. Non toccarsi mai con le mani non igienizzate il viso;
  • Sintomi: se si manifestano sintomi che possono essere ricondotti al Covid-19 come febbre, tosse o difficoltà respiratorie telefonare al proprio medico;