Omicidio Desirée: tre i fermati a Roma

Tre gli uomini fermati per l’omicidio di Desirée Mattironi, accusati di aver abusato della ragazza dopo averla drogata. Salvini invoca la castrazione chimica

Omicidio Desirée: tre i fermati a Roma

Sono tre al momento le persone fermate per l’omicidio di Desirée Mariottini, la giovane di Cisterna di Latina che è stata trovata morta a Roma la mattina del 19 ottobre scorso.

Per la morte della ragazza, di 16 anni, sono stati arrestati Mamadou Gara e Brian Minteh, senegalesi di 26 e 43 anni, entrambi privi di permesso di soggiorno; il terzo uomo risponde al nome di Alinno Chima, nigeriano di 46 anni.

I tre, tutti con precedenti legati alla droga, sono accusati di omicidio volontario, abusi sessuali di gruppo e cessione di stupefacenti.

Omicidio Desirée: dodici ore di agonia

I particolari finora emersi parlano di una tortura senza fine per la giovane, che sarebbe stata stordita con un mix di droga e metadone per poi subire lo stupro da diversi uomini, con un testimone in particolare che parla di almeno 7 persone partecipanti alle violenze.

Un residente della zona di Roma dove Desirée è stata trovata ha infatti raccontato di una ragazza completamente stordita, circondata da “7-8 uomini” che cercavano di farla riprendere, e tra i quali ci fu qualcuno che provò a contattare i soccorsi.

Quello che sembra appurato dagli inquirenti, per il momento, è che la ragazza si sarebbe prostituita per ottenere la droga, che ha cominciato ad assumere dal pomeriggio.

Recatasi da Cisterna di Latina a Roma il 18 ottobre scorso, Desirée avrebbe comunicato ai parenti di fermarsi nella capitale per la notte.

Probabilmente non del tutto cosciente durante gli abusi, la giovane è rimasta in mano ai suoi aguzzini per almeno 12 ore.
A parlare è stata la madre, che ha chiesto giustizia affinché tragedie simili non si verifichino più in futuro.

Particolarmente decise poi le parole del ministro dell’Interno Matteo Salvini, che si è detto “felice” degli arresti promettendo di andare in fondo alla questione e parlando anche di “castrazione chimica” per gli stupratori:

“Farò di tutto perché i vermi colpevoli di questo orrore paghino fino in fondo, senza sconti, la loro infamia. Fosse per me, castrazione chimica per gli stupratori [...] Io oggi sono felice, perché tre bestie che hanno stuprato una ragazza sono state prese, e la quarta verrà presa nei prossimi minuti”.

Intanto restano attive le ricerche di un quarto uomo, a quanto sembra già nel mirino della Squadra mobile di Roma e del commissariato San Lorenzo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Roma

Argomenti:

Italia Roma

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.