Tesla, Musk in tribunale rischia una sanzione da $2 miliardi: ecco perché

Mario D’Angelo

11 Luglio 2021 - 17:15

condividi

Elon Musk in tribunale per difendere il suo ruolo nell’acquisizione di SolarCity da parte di Tesla. Potrebbe essere costretto a pagare fino a 2 miliardi di dollari.

Tesla, Musk in tribunale rischia una sanzione da $2 miliardi: ecco perché

Elon Musk sarà in tribunale lunedì 12 luglio per difendere il suo ruolo nell’acquisizione da parte di Tesla di SolarCity per 2,6 miliardi di dollari. Se perde potrebbe essere costretto a pagare fino a 2 miliardi di dollari del suo consistente patrimonio.

Musk è stato portato in tribunale dagli stessi azionisti Tesla, secondo cui l’accordo del 2016 fu sostanzialmente un bailoutdi SolarCity. Sarà un giudice a dover decidere se in quell’occasione il fondatore di Tesla ha operato nell’interesse degli shareholder o se, piuttosto, per il suo guadagno personale e della sua famiglia.

Gli azionisti, inoltre, non sarebbero stati informati di tutti i dettagli dell’operazione.

Musk in tribunale per acquisizione di SolarCity

Nel 2016, SolarCity era considerato un asset a dir poco “problematico”.

SolarCity è un’azienda di pannelli solari fondata e guidata dai cugini di Musk, Lyndon e Peter Rive, ma supportata dallo stesso Musk che è anche stato il presidente del board. Al tempo dell’acquisizione il secondo uomo più ricco al mondo era anche CEO di Tesla e presidente della compagnia.

Ma non era questo l’unico conflitto d’interessi. La società aerospaziale di Musk, SpaceX, già dal marzo 2015 al marzo 2016 aveva investito $255 milioni di dollari in obbligazioni SolarCity. Quattro membri del board Tesla, infine, detenevano direttamente o indirettamente azioni SolarCity.

Secondo quanto emerso da uno scambio di mail fra Musk e vertici SolarCity, visionato da CNBC, il CEO di Tesla sapeva della “crisi di liquidità” in cui versava la compagnia del solare già quando si stava considerando l’acquisizione. Al momento dell’annuncio sulle intenzioni di Tesla gli investitori erano scettici, e infatti il titolo SolarCity crollò del 10%.

Musk riuscì a mutare il loro sentimento grazie a una dimostrazione di quello che sembrava materiale per tetto solare all’avangardia sul set hollywoodiano di Desperate Housewives.

Nel corso degli anni SolarCity ha rinviato più volte la produzione di massa delle sue piastrelle solari. Quelle presentate a Hollywood nel 2016, fu rivelato, erano in realtà dei prototipi non utilizzabili e non funzionanti. Walmart ha fatto causa a Tesla dopo che uno dei pannelli installati ha preso fuoco sul tetto di una struttura.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.