Mercedes me Charge ed EQB: binomio perfetto e conveniente

Marco Lasala

24/06/2022

24/06/2022 - 16:54

condividi

La Casa della Stella a Tre Punte offre sull’intera gamma delle sue ibride plug-in e full electric diversi piani di ricarica con abbonamento mensile tramite app Mercedes me Charge.

Mercedes me Charge è più che una semplice app. Rendere l’utilizzo di un’auto elettrica e ibrida plug-in ancora più facile e smart, questa la missione della filiale italiana di Mercedes-Benz che lancia la prima offerta di ricarica con abbonamento mensile.

Mercedes me Charge consente di scegliere tra tre diversi piani di abbonamento in funzione delle proprie esigenze di mobilità.

Un servizio trasparente, semplice e conveniente, chi possiede una vettura della Casa della Stella a Tre Punte con alimentazione full electric o ibrida plug-in, può così accedere, gratuitamente per il primo anno, a un piano tariffario dalle condizioni estremamente agevolate, sia in presenza di stazioni di ricarica pubblica AC che DC, sia con le stazioni Ionity.

Mercedes me Charge Mercedes me Charge Mercedes me Charge

Mercedes me Charge: Small, Medium e Large

L’offerta Small si rivolge a chi occasionalmente utilizza le stazioni di ricarica pubblica e consente di accedere a tutti i servizi Mercedes me Charge, gratuitamente per il primo anno su di una Mercedes PHEV, senza alcun canone mensile. È consigliata a chi ha una propria wallbox a casa o sul posto di lavoro.

La tariffa Medium offre la possibilità di ricaricare a un prezzo fisso al kWh, indipendentemente dalla tariffa esposta dal provider:

  • AC: 0,47 centesimi/kWh;
  • DC: 0,58 centesimi/kWh;
  • Ionity: 0.58 centesimi/kWh.

La Large è per chi utilizza la propria auto elettrica e ibrida plug-in come strumento di lavoro e offre la possibilità di ricaricare a prezzi fissi anche in presenza di strutture di ricarica della rete Ionity, in questo caso il costo per kWh è pari a 0,31 centesimi rispetto a una media di 0,79 centesimi. In presenza delle classiche colonnine di ricarica pubblica il piano tariffario è di:

  • 0,40 centesimi per kWh in corrente alternata;
  • 0,51 centesimi/kWh in corrente continua.

Sulla Mercedes EQS i costi di ricarica presso le stazioni Ionity sono azzerati per un anno dall’attivazione del servizio.

Mercedes me Charge Mercedes me Charge Mercedes me Charge

Mercedes me Charge: in viaggio da Bari a Napoli al volante della EQB

Da Bari a Napoli al volante di un SUV elettrico che abbina una notevole autonomia a un piacere di guida e comfort tipico di un modello di ultima generazione della Casa della Stella a Tre Punte.

Si parte da Bari con la ricarica al 100%, autonomia reale di circa 400 km, la prima tappa è Potenza dove ad attenderci sono le stazioni di ricarica Ionity, l’obiettivo è quello di provare come in presenza di un’auto elettrica moderna e con il pacchetto Mercedes me Charge, quell’ansia d’autonomia, non ha senso di esistere.

Si viaggia praticamente isolati dal mondo esterno, al volante della EQB 250 da 140 kW, si ha sempre a disposizione quella giusta dose di potenza per effettuare sorpassi sicuri e veloci, ma anche quel livello di comfort che ti proietta in un segmento di mercato superiore, il benessere è quello di un’ammiraglia, sia per via della silenziosità di marcia, sia perché il pacchetto elettronico a disposizione è pressoché sconfinato.

Un’auto elettrica richiede quei pochi “accorgimenti” alla guida che influiscono positivamente in termini di autonomia, non ha senso effettuare accelerazioni da dragster o affondare costantemente il pedale sull’acceleratore, la notevole coppia e potenza a disposizione giocano a favore di veloci e rapidi disimpegni anche parzializzando il gas e non solo, perché quando si è in presenza di discese e percorsi con pendenze variabili, basta saper sfruttare il sistema di rigenerazione dell’energia in frenata e decelerazione, per accumulare preziosi km.

Dopo circa 130 km, giungiamo a una stazione di ricarica Ionity a Potenza, la strumentazione segna circa il 51% di ricarica residua, abbiamo viaggiato senza lesinare sull’acceleratore, con aria condizionata e tutti i comfort attivi: il responso energetico dice il “consumo energetico” è stato poco meno di 200 km.

Sosta per la ricarica, tariffa a costo fisso tramite app Mercedes me Charge, tempo di un pranzo veloce e si riparte, in poco meno di un’ora la ricarica è nuovamente al 100%. L’ultima destinazione è Napoli, per una percorrenza di circa 160 km.

In questa seconda parte della prova, la nostra guida segue tutti quei accorgimenti che consentono di sfruttare al massimo la tecnologia di un’auto elettrica di segmento superiore, sistema di recupero dell’energia in frenata, ricarica in decelerazione, marcia a velocità costante senza accelerazioni improvvise.

Poche regole da seguire che hanno come risultato un’autonomia residua di oltre il 60%, ciò significa che i nostri consumi energetici hanno rispecchiato fedelmente i km percorsi.

Mercedes EQB è un SUV elettrico che offre a fronte di uno stile sobrio, contenuti tecnologici da segmento superiore, il tutto però a fronte di dimensioni compatte e di un’agilità e comfort di bordo che consente di apprezzare ulteriormente la magia di un’auto elettrica: massima silenziosità, rispetto per l’ambiente e un livello di sicurezza tra i più elevanti in circolazione.

Il binomio Mercedes me Charge ed EQB merita le cinque stelle!

Argomenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it