Mascherine: ecco le nuove linee guida dall’OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità detta le nuove linee guida per le mascherine: ecco quando indossarle

Mascherine: ecco le nuove linee guida dall'OMS

Dall’Organizzazione Mondiale della Sanità arrivano le nuove linee guida generali per indossare le mascherine. In riferimento allo scenario mondiale del momento, l’OMS evidenzia infatti la necessità di portarle sempre nei luoghi pubblici.

Una disposizione, di fatto, già adottata da diversi singoli Paesi, tra cui l’Italia. Ora però - suggerisce l’Organizzazione - è opportuno a livello globale adeguarsi a un’estensione dell’obbligo a tutti, non solo agli operatori sanitari e agli ammalati.

Secondo il direttore generale, Tedros Adhanom Ghebreyesus, si tratta di un aggiornamento che tiene conto del quadro mondiale, e che in parte smentisce quanto la stessa OMS aveva dichiarato tempo fa, mettendo in dubbio l’efficacia delle mascherine protettive.

Ma la precisazione ribadita più volte è che obbligare all’utilizzo non vuol dire che la misura basti di per sé a contrastare la diffusione dei contagi:

“Le mascherine da sole non vi proteggeranno contro il coronavirus. Quanto sottolineato ora è solo un aggiornamento di quello che diciamo già da mesi”.

Mascherine: ecco le nuove linee guida dall’OMS

Malgrado non si conoscano tutti nello specifico, sono potenzialmente molti gli studi che hanno spinto l’OMS a questo parziale cambio di posizione.

Va infatti ricordato come, solo lo scorso mese, l’Organizzazione aveva messo in guardia dal “falso senso di sicurezza” garantito dalla mascherina, considerata troppo spesso l’unico mezzo per evitare la diffusione dei contagi, e per questo efficace da sola a contrastare l’emergenza sanitaria.

Di certo la linea resta simile, ovvero improntata a sottolineare come la mascherina non basti da sé. Ma nuove evidenze medico-scientifiche possono aver spinto l’Organizzazione a rivedere le linee guida generali, dettando principi che di fatto alcuni Paesi già utilizzano, Italia in primis.

La novità che spicca su tutte è infatti l’allargamento dell’obbligo di indossarle a tutti, non solo al personale medico-sanitario o agli ammalati. Vanno indossate nelle aree pubbliche, e per operatori sanitari e over 60 la raccomandazione è quella di indossare una mascherina medica.

Mentre le classiche mascherine chirurgiche, quelle che l’OMS definisce “di tessuto a tre strati”, sono consigliate a tutti gli altri, ovviamente nei luoghi e nei frangenti in cui il distanziamento è impossibile da rispettare.

Per il momento in Italia vige già una normativa simile, ancora più restrittiva nelle regioni più colpite. In Piemonte e Lombardia infatti l’obbligo di indossare la mascherina si estende anche all’aperto; mentre nelle restanti regioni il principio è quello di indossarle nei luoghi pubblici e quando non è possibile rispettare il distanziamento.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories