Mascherina che disattiva il coronavirus, la scoperta in Portogallo

La speciale mascherina è altamente riutilizzabile ed è fatta di uno speciale rivestimento che aiuta a disattivare il virus quando entra in contatto con il tessuto.

Mascherina che disattiva il coronavirus, la scoperta in Portogallo

Una mascherina fatta di uno speciale tessuto in grado di bloccare il coronavirus quando vi entra in contatto. È stata realizzata davvero da un team di scienziati dell’Istituto di medicina molecolare di Lisbona al lavoro su innovative tecnologie di protezione dal Covid-19, secondo quanto riportato in un’intervista di Euronews.

Coronavirus, progettata mascherina speciale che lo blocca

Da inizio pandemia la scienza sta facendo molti passi avanti nello sviluppo di mascherine facciali sempre più innovative e smart.

I ricercatori portoghesi hanno progettato una nuova mascherina dotata di un particolare rivestimento che, sostengono, aiuta a disattivare il Sars-Cov-2 quando le goccioline infette toccano il tessuto. Nel dettaglio, spiega Pedro Simas, uno dei virologi che hanno lavorato a questo progetto, “il rivestimento di questa mascherina può ridurre le unità infettive del virus del 99% in mezz’ora”. Le proprietà di del principio attivo di queste mascherine sono in verità note, in quanto è già stato testato con successo in Francia dall’Institut Pasteur de Lille contro il virus H1N1 e contro il rotavirus.

Il team afferma che l’effetto protettivo del tessuto rimane anche dopo 50 lavaggi, rendendo la mascherina altamente riutilizzabile.

L’importanza della mascherina

Per quanto interessante dal punto di vista del design, il nostro ricercatore non dice che questo dispositivo di protezione speciale sia una vera e propria svolta per la sanità mondiale: Simas dice infatti che qualsiasi tipo di mascherina su naso e bocca, in aggiunta al distanziamento sociale, fornisce una valida barriera fisica e chimica da batteri e virus.

Negli Stati Uniti gli scienziati hanno scoperto un altro tessuto speciale per mascherine in grado di mettere ko i germi. Conosciuto come tessuto elettroceutico, il materiale genera una micro scossa per creare un campo elettrico che disarma il virus e gli impedisce di infettare altre persone. Il tessuto viene già utilizzato per medicare le ferite e prevenire le infezioni batteriche.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories