Tre regioni in zona rossa e una rosso scuro, peggiora la situazione dell’Italia. La mappa Ue

Emiliana Costa

18/11/2021

18/11/2021 - 17:14

condividi

In Italia i contagi continuano a salire, superando quota 10 mila in un giorno. Tre regioni finiscono in zona rossa e una in fascia rosso scuro. Ecco la mappa.

Tre regioni in zona rossa e una rosso scuro, peggiora la situazione dell'Italia. La mappa Ue

Continuano a salire i contagi in Italia. Ieri nel nostro paese è stata superata la soglia psicologica dei 10 mila contagi in un solo giorno. Stessa cifra registrata a maggio 2021. A fotografare la situazione in peggioramento, la mappa appena pubblicata dal Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC).

Ci sono cambiamenti rispetto alla scorsa settimana. Nella mappa del 18 novembre, tre regioni si trovano in fascia rossa e una zona italiana arriva al rosso scuro. Lo stato di allerta maggiore. Non è tutto. Solo una regione resta verde. Tutte le altre regioni in zona arancione. Ma entriamo nel dettaglio.

Mappa Ecdc, la situazione regione per regione

L’Italia abbandona quasi del tutto il verde (resta solo una regione) e diventa sempre più arancione nella mappa europea della situazione Covid-19 aggiornata ogni settimana dall’Ecdc. Tre regioni varcano la soglia del rosso e una zona italiana arriva al rosso scuro.

  • La zona rosso scuro. Nella mappa Ecdc del 18 novembre la provincia autonoma di Bolzano è la prima zona italiana a fare un balzo in avanti verso il livello di massimo rischio. La scorsa settimana Bolzano si trovava nella fascia rossa. A causa dell’aumento dei contagi, il presidente Arno Kompatscher ha paventato l’ipotesi di un lockdown solo per i non vaccinati.
  • La zona rossa. Questa settimana nella fascia rossa finiscono il Veneto (che fa un balzo dall’arancione al rosso), il Friuli Venezia Giulia e le Marche (entrambe rosse anche sette giorni fa).
  • La zona arancione. Al momento, quasi tutta Italia si trova in zona arancione, nella fascia di media allerta. Ecco le regioni arancioni: Valle d’Aosta (che scende dal verde all’arancione), Piemonte, Liguria, Lombardia, Provincia Autonoma di Trento, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Abruzzo, Lazio, Molise (declassato dal verde all’arancione), Campania, Puglia, Basilicata, Calabria (che migliora, passando dal rosso all’arancione) e Sicilia.
  • La zona verde. Nella mappa Ecdc del 18 novembre l’unica regione nella fascia a basso rischio è la Sardegna.
Mappa Ecdc 18 novembre Mappa Ecdc 18 novembre

I criteri della mappa Ecdc

La classificazione del Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (Ecdc), si basa sulle notifiche dei casi positivi ogni 100 mila abitanti, in abbinamento alla percentuale di test positivi sul totale dei test effettuati. Non viene preso in considerazione il tasso di vaccinazione.

In base alla mappa di questa settimana la situazione Covid nel vecchio continente continua a preoccupare. A livello europeo avanza il rosso scuro che, oltre a interessare l’Irlanda e diversi Stati dell’Europa dell’Est, copre metà Germania, l’intera Olanda e il Belgio.

Argomenti

Iscriviti a Money.it