L’innovazione tecnologica è digitale e multicanale per Banca del Fucino - Forum Banca 2023

6 Ottobre 2023 - 16:59

13 Ottobre 2023 - 17:23

condividi

Banca del Fucino spiega come affrontare le sfide della trasformazione digitale e multicanale in modo strategico. Intervista a Paolo Marrocco.

Nel panorama bancario in continua evoluzione, la necessità di adeguarsi ai cambiamenti tecnologici è diventata una sfida cruciale per le istituzioni finanziarie. Tra le sfide più urgenti che le banche affrontano, spicca la necessità di ridurre i gap tecnologici e migliorare l’offerta di servizi, in modo da garantire un servizio efficiente ed efficace ai propri clienti. In questo contesto, Banca del Fucino si è distinta per la sua audace accelerazione sulla trasformazione digitale e multicanale, adottando strategie innovative per mantenere la competitività nel settore bancario.

Nel corso del Forum Banca 2023, Money.it ha avuto l’opportunità di intervistare Paolo Marrocco, Head of Digital Channel di Banca del Fucino, il quale ci ha fornito una visione approfondita delle iniziative e delle sfide affrontate dalla banca durante il processo di trasformazione digitale.

Tra le sfide delle banche più urgenti spicca la necessità di ridurre i gap tecnologici e di servizio. In che modo questi penalizzano l’operatività di un istituto?

Uno dei principali ostacoli che le banche affrontano nell’era digitale è la presenza di gap tecnologici e di servizio tra le infrastrutture tradizionali e le aspettative dei clienti moderni. Paolo Marrocco ha spiegato come Banca del Fucino abbia affrontato questa sfida in modo cooperativo e strategico. “La chiave per ridurre questi gap è stata la creazione di un percorso di digitalizzazione”, che creasse complementarietà tra il canale fisico e il canale online.

Inoltre, Banca del Fucino ha riviso il proprio scenario regolamentare e operativo per assicurarsi che gli strumenti online e i servizi a distanza fossero conformi alle normative vigenti. Questo approccio ha richiesto l’adozione di nuove tecnologie e l’acquisizione di competenze specialistiche sia attraverso il mercato che con formazioni interne.

Il risultato è stato un notevole miglioramento della fruibilità dei servizi online e un’esperienza utente molto più soddisfacente. “Banca del Fucino ha dimostrato come sia possibile affrontare le sfide dei gap tecnologici e di servizio attraverso una strategia combinata di aggiornamenti infrastrutturali, adozione di nuove tecnologie e formazione continua”.

Come passare da infrastrutture tradizionali a sistemi moderni che sfruttino le opportunità della finanza digitale?

Il passaggio da infrastrutture bancarie tradizionali a sistemi moderni che sfruttano le opportunità della finanza digitale è un processo cruciale per rimanere competitivi nel settore finanziario. Paolo Marrocco ha condiviso la strategia adottata da Banca del Fucino per affrontare questa sfida.

“Abbiamo concentrato i nostri sforzi su investimenti in risorse umane e nella ricerca di soluzioni integrate nei nostri sistemi legacy,” ha spiegato Marrocco. Questo approccio ha richiesto la collaborazione di team multidisciplinari che coprissero le diverse aree dell’istituzione finanziaria.

Questa transizione graduale da infrastrutture tradizionali a sistemi moderni ha permesso a Banca del Fucino di sfruttare appieno le opportunità della finanza digitale, migliorando la flessibilità e la capacità di rispondere alle esigenze dei clienti in modo rapido ed efficiente.

Quali sono stati i punti cardine nel processo di trasformazione digitale e ammodernamento nel caso di Banca del Fucino?

Infine, Paolo Marrocco ha condiviso i punti cardine nel processo di trasformazione digitale e ammodernamento di Banca del Fucino. Questi punti chiave hanno rappresentato il fondamento su cui la banca ha costruito la sua strategia di successo.

“Le aree legali e di compliance hanno svolto un ruolo cruciale nell’assicurare che ogni passo del processo fosse conforme alle normative vigenti. Inoltre, l’area IT e il risk management hanno lavorato in stretta collaborazione per validare e supportare ogni decisione di business, garantendo un approccio olistico alla trasformazione digitale”, ha spiegato Marrocco.

In conclusione, Banca del Fucino ha dimostrato come affrontare le sfide della trasformazione digitale e multicanale in modo strategico e cooperativo. Attraverso investimenti mirati in risorse umane, adozione di nuove tecnologie e collaborazione tra diverse aree funzionali, la banca ha ridotto con successo i gap tecnologici e di servizio, passando da infrastrutture tradizionali a sistemi moderni e migliorando la sua competitività nel settore bancario. Il processo di trasformazione digitale di Banca del Fucino è un esempio di successo di come le istituzioni finanziarie possono adattarsi con successo all’era digitale per soddisfare le esigenze dei clienti moderni.

Iscriviti a Money.it