L’inglese non è la lingua ufficiale degli Stati Uniti, ecco perché

Alessandro Nuzzo

17/04/2024

Anche se è la più parlata in realtà l’inglese non è menzionata come lingua ufficiale nella Costituzione americana. Ecco il motivo.

L’inglese non è la lingua ufficiale degli Stati Uniti, ecco perché

La maggior parte dei cittadini statunitensi parla inglese e questa lingua è anche quella adottata dalle istituzioni. Secondo una statistica, il 78,3% dei cittadini di età superiore ai 5 anni parla inglese. In molti quindi pensano che questa lingua sia quella ufficiale riconosciuta negli Stati Uniti ma non è così. Non esiste nessuna legge ufficiale che menziona la lingua inglese come quella ufficiale. Ecco il perché.

Perché l’inglese non è la lingua ufficiale degli Stati Uniti

Non esiste nessun articolo contenuto nella Costituzione Americana che indica la lingua inglese come quella ufficiale. Questo può essere ricondotto ad una scelta ben precisa adottata da coloro che sono stati i padri della Costituzione, ovvero: George Washington, Benjamin Franklin, Thomas Jefferson e altri.

Siccome le discussioni per scrivere la Costituzione avvennero in gran segreto, per avere una risposta bisogna basarsi sugli appunti scritti da James Madison. Diversi studiosi sono concordi con il pensare che i primi leader americani vedessero l’istituzione di una legge sulla lingua come una sorta di minaccia alle libertà civili.

A quei tempi ma così come oggi, gli Stati Uniti erano un mosaico di popoli e lingue dovuto alle ondate di colonie, schiavi e popoli nativi americani. Si parlava tedesco, francese, spagnolo, irlandese e olandese, per non parlare di centinaia di lingue tribali e dialetti africani. Parlare due se non tre lingue era molto comune.

È in questo contesto che nacque la Costituzione e i padri fondatori misero le libertà individuali al primo posto. Per questo è molto probabile che abbiano pensato che inserire una lingua ufficiale e quindi costringere il popolo a parlarla fosse una limitazione della libertà di ogni individuo. Chiaramente poi nel corso degli anni la lingua inglese si è andata sempre più uniformando fino a diventare quella più parlata e usata anche dalle istituzioni. Ad oggi non è la lingua ufficiale ma 32 Stati su 50 l’hanno inserita come lingua ufficiale nelle proprie leggi. Ma c’è comunque una certa flessibilità e diversi Stati utilizzano anche altre lingue per le proprie comunicazioni ufficiali o di carattere burocratico.

Anche se non lingua ufficiale, dal 1906 chi vuole chiedere la cittadinanza americana deve comunque superare un test di lettura e comprensione della lingua inglese.

Ancora oggi ci sono diversi dibattiti in chi spinge per inserire la lingua inglese in Costituzione per farla diventare quella ufficiale. Nel 2019, il deputato di estrema destra Steve King ha presentato un disegno di legge per renderla la lingua ufficiale degli Stati Uniti. Nel 2021, altri funzionari repubblicani eletti ci hanno provato di nuovo ma in modo invano. Un recente sondaggio ha stabilito poi che il 73% degli americani adulti è favorevole al riconoscimento dell’inglese come lingua ufficiale del paese.

Vedremo se prima o poi sarà riconosciuta in Costituzione. Alla fine nemmeno nella nostra di Costituzione è presente un articolo che indica la lingua italiana come quella ufficiale nel nostro paese. È considerata lingua ufficiale però perché lo Statuto di Autonomia della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, che ha valore di legge costituzionale, dichiara all’art. 99 che «quella italiana è la lingua ufficiale dello Stato». Inoltre la legge ordinaria n. 482 del 15 dicembre 1999 «Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche» stabilisce all’art. 1 che «la lingua ufficiale della Repubblica è l’italiano».

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Fa bene il Governo a vendere ulteriori quote di ENI?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo