Costituzione

Approvata il 22 dicembre del 1947, la Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale dello Stato perché è al vertice della gerarchia delle fonti nell’ordinamento giuridico.

La Costituzione italiana presenta le determinate caratteristiche:

  • scritta;
  • rigida;
  • lunga;
  • votata;
  • democratica;
  • laica;
  • programmatica.

È entrata in vigore il 1° gennaio del 1948, ed è costituita da 139 articoli e 18 disposizioni transitorie e finali. La Costituzione italiana è così strutturata:

  • Principi fondamentali: (articoli 1-12);
  • Parte Prima: “Diritti e doveri dei cittadini” (articoli 13-54);
  • Parte seconda: “Ordinamento della Repubblica” (articoli 55-139);
  • Disposizioni transitorie e finali (disposizioni I-XVIII).

A sua volta la parte seconda è suddivisa in 6 Titoli:

  • TITOLO I: Parlamento;
  • TITOLO II: Presidente della Repubblica;
  • TITOLO III: Governo;
  • TITOLO IV: Magistratura;
  • TITOLO V: Regioni, Province e Comuni;
  • TITOLO VI: Garanzie Costituzionali.

Il testo originario della Costituzione è stato revisionato in più di un’occasione; la modifica più importante c’è stata nel 2001 con la revisione del Titolo V con la quale è stata ridefinita la suddivisione delle competenze tra Stato e Regioni.

Bocciata al referendum invece la riforma costituzionale del 2016, voluta dall’allora Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che avrebbe modificato l’assetto bicamerale del Parlamento.

Costituzione, ultimi articoli su Money.it

A che età si può iniziare a lavorare?

Pubblicato il 1 luglio 2020 alle 15:21

16 anni è il limite di età per poter lavorare in Italia, ma esistono diversi limiti riguardo gli orari e la tipologia di lavoro: ecco impieghi consentiti e quelli vietati.

Assemblea costituente: cos’è, a cosa serve e significato

Pubblicato il 15 giugno 2020 alle 16:15

Un’assemblea costituente per unire le frange del Movimento 5 Stelle: questa la proposta del deputato Di Battista. Spieghiamo cos’è, come funziona e cosa fa davvero questo tipo di assemblea.

Festa della Repubblica: cosa e perché si festeggia

Pubblicato il 1 giugno 2020 alle 17:21

Il 2 giugno si festeggia il passaggio dalla monarchia alla repubblica. Quest’anno la celebrazione si segue in Tv senza parate e a Roma con il passaggio delle Frecce Tricolore. Storia e curiosità su questa festa nazionale.

I governatori possono chiudere le regioni?

Pubblicato il 1 giugno 2020 alle 15:51

Spostamenti tra regioni dal 3 giugno, anche se alcuni governatori non sono d’accordo. De Luca e Solinas sono dubbiosi, ma chiudere i confini o limitare gli ingressi sarebbe illegittimo. Spieghiamo il perché.

Si può manifestare nella Fase 2?

Pubblicato il 1 giugno 2020 alle 10:13

Via libera alle manifestazioni in forma statica mentre sono ancora vietati i cortei itinerari. Chi partecipa deve avere la mascherina e rispettare la distanza di sicurezza.

|