Italia: fondo sovrano in arrivo? I dettagli

Grandi novità per l’Italia: sta per nascere un fondo sovrano tricolore

Italia: fondo sovrano in arrivo? I dettagli

Un fondo sovrano italiano è in dirittura d’arrivo.

Nella giornata di ieri il Parlamento ha mosso i primi passi in questa direzione. Il tutto in seguito all’emendamento al Dl Rilancio a firma di Sestino Giacomoni, presidente della commissione di vigilanza su Cassa Depositi e Prestiti oltre che membro del coordinamento di presidenza di Forza Italia.

Dotandosi di un fondo sovrano, l’Italia potrebbe iniziare a seguire l’esempio della Norvegia puntando però tutto sul risparmio dei cittadini.

Italia: fondo sovrano dietro l’angolo?

Con il citato emendamento di Giacomoni, approvato già in Commissione bilancio, sarà possibile far arrivare nel conto corrente dove confluiscono già le disponibilità liquide del patrimonio di CDP anche quelle dei contribuenti intenzionati a investire i propri risparmi.

Magari con l’obiettivo di sostenere l’economia reale, messa con le spalle al muro dal coronavirus, e di rafforzare la capitalizzazione popolare delle aziende, usando al contempo i benefici fiscali già esistenti per i piani di risparmio alternativi.

Come precisato dal presidente della commissione vigilanza:

“le disponibilità liquide del Patrimonio destinato così costituite sono gestite dalla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. assicurando il massimo coinvolgimento anche delle società di gestione del risparmio italiane per evitare ogni possibile effetto di spiazzamento del settore private capital.”

L’esempio della Norvegia

La nascita del fondo sovrano d’Italia permetterebbe al Belpaese di seguire l’esempio della Norvegia anche se con una profonda differenza: il veicolo tricolore sarebbe alimentato dal risparmio degli italiani.

Il fondo norvegese è stato creato nel 1996 e sotto la gestione della banca centrale del Paese (Norges Bank) è diventato il principale veicolo di investimento sovrano al mondo.

Nel 2019 esso ha messo a segno un nuovo record storico portando a casa un utile da quasi 180 miliardi di dollari e vantando il 70,8% della propria esposizione sull’azionario.

Ovviamente anche la Norvegia è stata colpita dal coronavirus e il fondo sovrano ha perso circa 125 miliardi da gennaio a fine marzo, durante il crollo generalizzato dei mercati.

Argomenti:

Fondi sovrani

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Fondi sovrani

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories