L’Italia entra nella lista dei Paesi ad alto rischio Covid: l’allarme dagli Usa

Stefano Rizzuti

14 Dicembre 2021 - 12:15

condividi

I Cdc statunitensi hanno inserito l’Italia nella lista dei Paesi ad alto rischio Covid, al livello 4 (il peggiore): si raccomanda ai cittadini di non viaggiare verso il nostro Paese.

L'Italia entra nella lista dei Paesi ad alto rischio Covid: l'allarme dagli Usa

L’Italia entra tra i Paesi a rischio molto alto di Covid per gli Stati Uniti. I Centers for disease control and prevention Usa hanno aggiornato la lista dei Paesi ritenuti ad alto rischio aggiungendo l’Italia e altre due nazioni. Di fatto gli Stati Uniti sconsigliano i viaggi in Italia ai loro cittadini.

I Cdc hanno aggiunto tre nazioni alla lista di quelle ad alto rischio: Italia, Groenlandia e Mauritius. Questi Paesi passano dal livello 3 al livello 4 di allerta, quello considerato “molto alto” e il più alto secondo la classificazione utilizzata. In questa categoria rientrano solitamente i Paesi che negli ultimi 28 giorni hanno registrato più di 500 casi ogni 100mila abitanti.

Quali sono i Paesi ad alto rischio Covid per gli Usa

L’Italia è l’ultimo tra i grandi Paesi europei a entrare nella lista Usa ad alto rischio Covid. La scorsa settimana era entrata la Francia e già c’erano Gran Bretagna, Germania, Austria, Belgio, Paesi Bassi, Portogallo, Russia e tanti altri.

In totale sono 84 i Paesi classificati al livello 4 di rischio stando ai dati aggiornati al 14 dicembre. Tra quelli europei restano a un livello più basso di rischio (il 3) solamente Spagna, Svezia, Finlandia e Malta. A livello 4 non ci sono solo i Paesi europei ma anche tante mete turistiche come Barbados, Belize, Giordania, Seychelles.

La mappa dei Cdc Usa sul rischio Covid La mappa dei Cdc Usa sul rischio Covid

Le raccomandazioni Usa per chi va in Italia

Per i Paesi ad alto livello di rischio i Cdc Usa raccomandano ai loro cittadini di evitare di viaggiare verso queste destinazioni. Ma se dovessero comunque farlo, allora la richiesta è quella di assicurarsi di essere completamente vaccinati prima del viaggio. Inoltre si sottolinea che anche i vaccinati sono a rischio e possono contrarre il virus e diffondere nuove varianti.

Covid, la situazione negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti il numero totale dei contagi ha superato i 50 milioni (ora siamo a 51) e probabilmente si tratta di una sottostima considerando le tantissime persone asintomatiche che hanno incrociato il virus.

Nelle ultime settimane si è tornati al di sopra dei 100mila nuovi casi giornalieri e si sono nuovamente superati i 1.000 morti al giorno, anche se a dicembre questa cifra è scesa. Aumentano anche i ricoveri.

Per quanto riguarda i viaggi, le regole negli Stati Uniti sono cambiate dal 6 dicembre. Chi va all’estero e deve rientrare negli Usa deve effettuare un test 24 ore prima della ripartenza anche nel caso in cui abbia completato il ciclo vaccinale.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it