iPhone: 15 anni di successi in 5 punti

Giorgia Bonamoneta

9 Gennaio 2022 - 00:12

condividi

L’azienda Apple è una delle più famose e riconoscibili e tra i suoi prodotti è iPhone quello che ha aperto molte strade per la telefonia mobile. Ecco i successi di iPhone dopo 15 anni.

iPhone: 15 anni di successi in 5 punti

Il 9 gennaio 2007 Steve Jobs è salito sul palco, con il suo ormai storico maglione nero, per annunciare una rivoluzione. Era il giorno nella presentazione di iPhone, il primo dispositivo smartphone composto da uno schermo touch e dall’iconico, ma non per sempre, tasto circolare della “home”.

Dai primi commenti che davano per spacciato il nuovo prodotto, al fenomeno sociale che oggi conosciamo. Questo è il percorso dei 15 anni di vita di iPhone, il prodotto Apple più venduto, quello che ha fatto la storia della telefonia mobile.

Quali sono i maggiori successi, o per meglio dire quali sono le tappe storiche di questi ultimi 15 ani insieme all’iPhone? Scopriamole insieme.

15 anni di iPhone: tutti i successi della mela

Sul palco di San Francisco Steve Jobs sapeva di stare per annunciare la rivoluzione, forse però non immaginava il successo economico (innegabile a ogni record battuto dalla società) o quello sociale. Sono stati scritti libri di testo di sociologia e di economia sul fenomeno sociale ed economico che Apple, con il suo melafonino, ha generato.

Ecco alcuni tra gli avvenimenti di successo che hanno fatto la storia dell’iPhone.

Dal fallimento al successo

Non furono pochi i detrattori di iPhone quando venne annunciato. Steve Balmer, Ceo di Microsoft, fu tra i primi a commentare che iPhone non avrebbe avuto successo. Per usare le sue parole: “Non c’è nessuna possibilità che l’iPhone conquisti una quota significativa del mercato. Nessuna”.

Il motivo era il costo esagerato: 499 dollari per il modello da 4 Gb e 599 dollari per quello da 8 GB. Al contrario da quanto predetto, in meno di 80 giorni l’iPhone vendette oltre un milione di pezzi.

Il nuovo mercato delle applicazioni

Il passo verso i servizi, gratuiti o a pagamento, come li conosciamo oggi partono da qui: dal 7 luglio 2008 con la prima App Store. Al lancio App Store conteneva 500 applicazioni, ma il successo fu immediato: 10 milioni di download la prima settimana, 100 milioni dopo tre mesi e un miliardo dopo dieci mesi dalla sua nascita.

Con l’App Store inizia l’era dell’App Economy, qualcosa che oggi diamo per scontato, ma che ha fatto fatturare ad Apple nel 2021 ben 135 miliardi di dollari.

iPhone 4s (for Steve) e l’avvento di Siri

L’uscita, nell’ottobre del 2011, dell’iPhone 4 migliorato, dal nome 4s, avviene un giorno dopo la morte di Steve Jobs (5 ottobre 2011).

Le storie sul nome 4s (for Steve) in memoria del guru di Apple non sono mancate, ma in realtà la “S” apparteneva a Siri. Arrivava sugli smartphone, per la prima volta, l’assistente vocale.

Successi e record di vendita

C’è chi compra iPhone per lavoro, per una maggiore sicurezza e chi lo compra per lo status sociale. In qualunque caso, iPhone è un successo da record. Nel 2014 la società tocca un record personale: iPhone 6 è il modello più venduto di Apple.

Ma è anche uno dei cellulari più venduti della storia con 222 milioni di unità. In classifica ci sono il Nokia 110, iPhone 11 (102 milioni di unità) e iPhone 12 (100 milioni di unità).

Ci sono miliardi e miliardi

Il fatturato Apple ha sempre dipeso molto, negli ultimi 15 anni, nella vendita di iPhone, anche se nel corso del tempo ha ampliato il proprio catalogo. Nel 2016 viene segnato un altro record personale: il miliardesimo iPhone venduto.

Ma parlando di miliardi e di record, è di poco fa la notizia di un nuovo risultato storico di Apple: è la prima azienda a raggiungere quota 3 trilioni di capitalizzazione.

Se oggi Apple può segnare il record sopra citato, cioè di 3.000 miliardi di capitalizzazione, è perché i titoli di Apple hanno continuato a infrangere muri, come quando tre anni fa fu la prima azienda a superare i 1.000 miliardi di capitalizzazione (cioè il valore di tutte le azioni esistenti e i guadagni in base alle vendite di queste). Nel 2020 aveva toccato quasi quota 2.000 miliardi e durante il 2021, con una crescita e un guadagno inferiore rispetto all’anno precedente, è riuscita comunque a portarsi a casa una cifra, letteralmente, da record.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# iPhone
# Apple

Iscriviti a Money.it