Guidare con neve e ghiaccio: 5 consigli utili

Marco Lasala

19 Dicembre 2021 - 06:30

condividi

Montare catene da neve o pneumatici invernali per guidare con neve e ghiaccio non basta, bisogna sempre adottare anche uno stile di guida dolce e anticipare possibili manovre e cambi di direzione.

Guidare con neve e ghiaccio una situazione che durante la stagione invernale capita spesso e che bisogna affrontare in tutta sicurezza. Montare catene da neve o pneumatici invernali spesso non basta, una guida fluida e manovre non brusche ma dolci, accompagnate sempre da movimenti dello sterzo calibrati e progressivi, consentono di trarsi d’impaccio anche da situazioni potenzialmente pericolose.

Guidare con neve e ghiaccio non è difficile anzi, ma richiede una grande attenzione perché i fondi a scarsa aderenza si rivelano il peggior nemico nella stabilità di un’auto.

Quante volte è capitato a tutti quanti noi, in presenza di un fondo ghiacciato, di effettuare una frenata d’emergenza e di sentire il pedale del freno respingere la nostra pressione, un “fenomeno” che inizialmente può spaventare ma che in realtà aiuta soprattutto quando gli pneumatici faticano a trovare il giusto grip con l’asfalto ghiacciato o sporco.

Guidare con neve e ghiaccio: consigli utili e pratici

  1. Occorre fare una differenza sostanziale se la nostra auto è a trazione anteriore, posteriore o integrale: le catene da neve vanno sempre montate sull’assale di trazione, dunque solo sull’asse anteriore, posteriore o su tutte e quattro le ruote in presenza di trasmissione 4WD. Va comunque sfatato un luogo comune, il montaggio delle catene da neve è consigliato solo in presenza di fondi a scarsa aderenza, dove c’è l’obbligo e quando la neve è tanto alta da toccare il fondo della vettura o da impedire il completo controllo del veicolo. Montare le catene da neve è facilissimo, una volta parcheggiata la vettura e inserito il freno di stazionamento, vanno montate partendo dalla parte alta del pneumatico, successivamente basta far scorrere l’auto per qualche metro per portare avanti la gomma e chiudere la catena unendo i ganci posti ai bordi in maniera tale che sia aderente e si muova il meno possibile. Se è in programma un viaggio o escursione sulla neve è consigliato prima della partenza effettuare un pò di prove in maniera tale di velocizzarne il montaggio all’occorrenza;
  2. Guidare correttamente, mantenendo una velocità moderatamente bassa, più si procede veloci più gli spazi di frenata e i tempi di reazione saranno moltiplicati. È consigliabile utilizzare il più possibile il freno motore evitando frenate brusche, ciò consente agli pneumatici di trovare il giusto grip e al motore di evitare di scaricare troppa potenza e coppia motrice;
  3. Mantenere la giusta distanza di sicurezza, un dato è eloquente: in presenza di strada bagnata la frenata aumenta mediamente di 70/80 metri rispetto a quando percorriamo un tratto stradale in perfette condizioni, quando il manto è ricoperto da neve gli spazi di frenata aumentano di quasi 200 metri, mentre nel caso di ghiaccio si arriva fino a 400 metri, ciò significa che se in condizioni di pneumatici perfetti per usura e battistrada, a 100 km/h mediamente un veicolo moderno e in perfetta efficienza impiega 39/40 metri per arrestarsi, con ghiaccio impiegherà quasi 500 metri;
  4. Nel caso si montino gomme termiche: bisogna fare attenzione alla velocità, in presenza di salite meglio procedere lentamente nel caso di guida in colonna piuttosto che fermarsi, questa è una delle fasi più critiche perché il battistrada si raffredda velocemente facendo poi fatica a ritornare alla giusta temperatura di esercizio. Stesso discorso vale anche in presenza di forti discese, utilizzate sempre il freno motore evitando arresti improvvisi, perché alla scarsa aderenza del battistrada si aggiunge il peso del veicolo;
  5. Sulle vetture con cambio automatico: il tasto “winter” consente l’utilizzo anche in partenza di marce più alte e la vigile sorveglianza dei sistemi di controllo elettronico, antipattinamento e controllo di trazione sono perfetti angeli custodi in ogni situazione e condizione di guida.

Guidare con neve e ghiaccio: massima attenzione

Non conta che siate alla guida di un’auto sportiva o un’utilitaria, sicuramente l’elettronica aiuta tanto e in diverse situazioni consente al pilota di superare condizioni potenzialmente pericolose in tutta tranquillità ma l’attenzione deve essere sempre massima.

Un elemento da non sottovalutare è la visibilità, utilizzate il climatizzatore o l’aria condizionata per il disappannare parabrezza, cristalli laterali e lunotto, occorre sempre vedere e valutare il comportamento della veicolo che precede, un’aria viziata nell’abitacolo rallenta i tempi di reazione.

Argomenti

# Motori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it