Guerra commerciale, Trump: “Nuovi dazi se salta la prima fase”

Nuovo ultimatum di Trump, che annuncia aumenti delle tariffe se fallisce la prima fase dell’accordo fra Cina e Stati Uniti

Guerra commerciale, Trump: “Nuovi dazi se salta la prima fase”

Solo due settimane fa Cina e Stati Uniti sembravano vicine a concludere la prima fase di un accordo che avrebbe posto fine alla guerra commerciale. Ora il Presidente Donald Trump annuncia, dopo le difficoltà riscontrate, che se l’accordo non sarà raggiunto la situazione con tornerà ad essere critica.

Guerra commerciale, nuovo ultimatum di Trump

“Se non facciamo un accordo, aumenteremo in maniera sostanziale le tariffe”, ha detto il tycoon in un discorso all’Economic Club di New York. “Saranno incrementate in maniera molto sostanziale. E questo vale anche per tutti gli altri Paesi che non ci trattano adeguatamente”.

Secondo Trump, la Cina sta “morendo dalla voglia” di fare un accordo con gli Stati Uniti. Ma lui firmerà soltanto se questo sarà buono per le aziende e per i lavoratori statunitensi. “Nessuno ha barato meglio della Cina”, ha detto Trump. “Il furto di lavoro americano e benessere americano è finito”.

Quello di Trump sembra essere un ennesimo ultimatum alla potenza asiatica, ma il Presidente ha aggiunto che un deal potrebbe ancora venir fuori dalle trattative “molto presto”.

Trade war, quando si vedranno Trump e Xi?

Il tycoon e il Presidente cinese Xi Jinping avrebbero dovuto vedersi questo mese in Cile, ma l’incontro è saltato a causa dei tumulti sociali nel Paese. Proprio in quell’occasione i due avrebbero dovuto firmare la prima fase dell’accordo. Finora non è stata fissata una nuova data per i colloqui.

Secondo fonti citate da Bloomberg, gli USA avevano proposto una nuova location per il meeting fra i due leader, ma è stata rifiutata. Adesso i delegati stanno vagliando sedi sia in Europa che in Asia.

Man mano che la guerra commerciale si dilata nel tempo, aumenta la posta in gioco per le due potenze. Export e import cinesi in Ottobre hanno continuato a contrarsi, ma leggermente meno di quanto previsto dagli analisti. Il surplus commerciale di Pechino nei confronti degli Stati Uniti ha continuato ad allargarsi a 26,4 miliardi di dollari, distanziandosi ancora di più dall’obiettivo di equilibrio di Donald Trump.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \