Guerra commerciale: inizio 2020 con sorpresa?

Guerra commerciale: l’inizio del 2020 sarà con una sorpresa? Le ultime novità sull’accordo

Guerra commerciale: inizio 2020 con sorpresa?

La guerra commerciale è ancora il tema caldo dell’anno che sta per concludersi. La battaglia tariffaria tra USA e Cina promette grandi sorprese anche all’inizio del 2020, stando alle ultime indiscrezioni.

Dopo aver annunciato il raggiungimento dell’accordo Fase 1 che sancisce una tregua attesa a livello mondiale, ci sarebbero novità importanti sulla firma dell’intesa.

Ad oggi, infatti, non sono trapelati molti dettagli sul contenuto del negoziato e, soprattutto, non c’è una data ufficiale su quando sarà siglato l’accordo.

La guerra commerciale potrebbe essere il colpo di scena di maggiore spicco dell’anno che sta per arrivare.

Guerra commerciale: la firma dell’accordo sarà l’evento di inizio 2020?

Le parole pronunciate oggi, giovedì 19 dicembre, dal Segretario al Tesoro Usa Steven Mnuchin in un’intervista alla CNBC hanno rafforzato gli scenari di ottimismo dopo la notizia del raggiunto accordo tra le due potenze.

Il funzionario statunitense, infatti, ha ribadito il clima positivo e non ha affatto escluso che la firma dell’intesa Fase 1 possa verificarsi proprio all’inizio del 2020. L’anno è ormai agli sgoccioli e, quindi, il mese di gennaio potrebbe essere davvero quello giusto per l’evento sperato da anni da tutti i mercati mondiali: la firma ufficiale di un negoziato condiviso.

Secondo quanto spiegato da Mnuchin il documento è ormai pronto e non necessita di ulteriori modifiche. Tutti i nodi sarebbero stati sciolti, quindi, aprendo la strada a una fase 2. E, soprattutto, a un clima di maggiore fiducia e spinta al rialzo nelle principali Borse globali.

Anche dalla Cina sono giunte notizie rassicuranti. Le relazioni tra i team dei due Paesi sono fitte e costanti secondo i portavoce di Pechino.

Tutte le novità su dazi e acquisti tra Cina e USA

Nella giornata odierna è arrivato anche l’annuncio da parte di Pechino dell’eliminazione di tariffe su nuovi prodotti importati dagli USA. La decisione cinese rafforza, quindi, la politica di allentamento dei dazi già inaugurata qualche giorno fa, a margine del raggiunto accordo..

Nello specifico, dal 26 dicembre prossimo e per un anno intero, entrerà in vigore l’esenzione della tassazione su prodotti chimici e petroliferi che la Cina importa dagli Stati Uniti.

La notizia rafforza la base dell’accordo che, stando alle informazioni trapelate dopo l’annuncio dell’intesa, coinvolge diversi settori. Tra questi, la previsione di maggiori acquisti di beni e servizi da parte di Pechino (soprattutto nell’ambito agricolo come imposto da Trump), lo stop all’aumento delle tariffe USA su prodotti cinesi, la protezione della tutela intellettuale.

Fino a quando non sarà reso pubblico il testo dell’intesa, resteranno sempre delle incognite sulla possibilità di una vera tregua.

Per questo, la conferma della firma sull’accordo Fase 1 nei primi giorni di gennaio sarebbe la vera svolta economico-finanziaria del 2020. Un nuovo anno senza la guerra commerciale ad alti livelli è la speranza di tutti i mercati.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories