Google congela migliaia di posizioni lavorative

Marco Ciotola

31/05/2020

06/07/2021 - 17:30

condividi

Google costretto ad annullare l’avvio del lavoro per migliaia di posizioni temporanee causa coronavirus

Google ha annullato oltre 2.000 offerte di lavoro. Il colosso di Mountain View è stato costretto a congelare tutte quelle posizioni temporanee - in grossa parte lavori interinali - che avrebbero preso il via tra primo e secondo trimestre dell’anno.

A riportare per primo la notizia è stato il New York Times, che ha citato una mail inviata dalla compagnia a tutte le agenzie interinali. Nel testo si parla di un “rallentamento del ritmo di assunzioni e investimenti”, che quindi si ridimensioneranno notevolmente rispetto quanto programmato a inizio anno

Interpellato sulla questione, un portavoce di Google non ha commentato i dettagli contenuti nel report del quotidiano statunitense, ma ha confermato solo un generico rallentamento delle assunzioni:

“Come abbiamo già pubblicamente indicato, stiamo rallentando il ritmo di assunzioni e investimenti, e quindi non aggiungendo nuove figure lavorative, sia a tempo pieno che temporanee, contrariamente a quanto programmato a inizio anno. Stiamo comunque continuando ad assumere in diverse aree strategiche”.

Google congela migliaia di offerte di lavoro

Lo scorso mese il CEO, Sundar Pichai, aveva anticipato ai dipendenti il rallentamento causato dalla pandemia di coronavirus, in grado di generare “incertezza per le aziende di tutti i settori”.

In quella stessa occasione, Pichai ha evidenziato come la compagnia abbia assunto 20.000 nuovi dipendenti nel 2019, e aveva in programma un aumento simile per quest’anno.

Ma per ora quel ritmo sembra permanere solo in un “numero limitato di aree strategiche”, stando a quanto riferito in un secondo momento dalla compagnia alla CNBC. Restano poi ancora molte le persone formalmente assunte ma che non hanno ancora cominciato a lavorare.

Ad aprile, da Mountain View era arrivata la previsione di necessari tagli al budget e blocco delle assunzioni per la divisione marketing.
Mentre la decisione di Google di annullare le offerte per figure temporanee e in appalto - fa notare la CNBC - mette in luce ancora una volta la larga fascia di dipendenti Google che non gode degli stessi vantaggi e tutele dei dipendenti a tempo pieno.

Simili lavoratori, comunemente noti all’interno dell’azienda come TVC (“temporary, vendors and contractors”), costituiscono almeno la metà della forza lavoro, su un personale di circa 300.000 persone.

Anche se va ricordato come durante la pandemia l’azienda abbia deciso di estendere i contratti per i lavoratori in scadenza.

Iscriviti a Money.it