Germania: 2 milioni di contagi

Marco Ciotola

10 Gennaio 2021 - 17:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Peggiora la situazione coronavirus in Germania: circa 20mila nuovi positivi al giorno e superate le 40mila vittime

Germania: 2 milioni di contagi

La Germania si muove rapidamente verso il superamento di quota 2 milioni di casi di coronavirus. Ne tiene traccia il Robert Koch Institut, che nelle ultime settimane rivela dati purtroppo sempre più allarmanti tra Berlino e dintorni.

Con 17mila casi nelle ultime 24 ore e una media che si aggira attorno agli almeno 20mila nuovi positivi ogni giorno, il Paese vede ancora accelerare il virus.

I 465 nuovi decessi portano la conta dei morti a segnare ora quota 40.300, a seguito di una decisa impennata nelle ultime settimane.

Basti pensare che, solo ieri, si è registrato il giorno più nero per numero di vittime, pari a 1.188 in 24 ore.

Germania: 2 milioni di contagi

Sempre secondo il Robert Koch Institut gli attualmente positivi sono circa 340.000, con oltre 1 milione e mezzo di guariti da inizio pandemia.

Ma a preoccupare è la decisa accelerata delle ultime settimane, con un’incidenza che negli ultimi sette giorni parla di oltre 162 casi ogni centomila abitanti.

Mentre il Paese si avvicina a grandi passi a quota 2milioni di contagi, sono circa 500.000 i cittadini tedeschi - appartenenti alle cosiddette categorie a rischio - che hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid.

La media al momento è di 40mila vaccinazioni al giorno, una cifra che si mostra inferiore a quella italiana, specialmente a fronte degli oltre 23 milioni di abitanti in più della Germania.

Solo ieri la cancelliera Angela Merkel ha anticipato come le prossime settimane saranno le più difficili per la pandemia, parlando esplicitamente di “giorni bui” che si preparano ad arrivare:

Con un lockdown prorogato fino a febbraio, la Merkel ha invitato l’intera popolazione alla cautela:

“Siamo in una situazione nuova e straordinaria, e non va sottovalutata la variante più contagiosa del coronavirus che complica ancor di più le cose”.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories