Generali lancia piano azionariato per i dipendenti

Il Cda di Generali ha deciso di proporre un piano di azionariato per i dipendenti del gruppo per l’acquisto a condizione agevolate di circa 6 milioni di azioni.

Generali lancia piano azionariato per i dipendenti

Generali lancia un piano di azionariato per i dipendenti del gruppo. All’assemblea dei soci in programma il prossimo 7 maggio verrà sottoposta la decisione assunta ieri dal Consiglio di amministrazione, in occasione della riunione per l’approvazione di conti 2018.

A chi lavora per il Leone di Trieste verrà data dunque la possibilità di acquistare a condizioni agevolate azioni ordinarie della società rinvenienti da un programma di buyback al servizio del piano.

Intanto, dopo la presentazione dei risultati finanziari, il titolo Generali era partito in sordina a Piazza Affari, ma al momento sta scambiando con un leggere rialzo dello 0,85% a 15,94 euro.

Generali: ecco il piano di azionariato per i dipendenti

Il Cda di Generali riunitosi per approvare i conti del 2018 ha assunto una decisione che verrà discussa nel corso della prossima assemblea dei soci.

In particolare, il board del gruppo assicurativo ha deciso di lanciare un piano di azionariato rivolto a tutti i dipendenti del gruppo.

Secondo quanto reso noto in conference call dal Cfo Cristiano Borean, l’offerta riguarderà complessivamente 6 milioni di azioni ordinarie corrispondente allo 0,38% del capitale della società.

Il piano prevede che i dipendenti che lavorano per il gruppo Generali possano acquistare a condizioni agevolate azioni ordinarie della società rinvenienti da un programma di buy-back al servizio del piano.

La parola all’assemblea

Il provvedimento assunto dal Cda di Generali verrà ora sottoposto al vaglio dell’assemblea dei soci che si riunirà il prossimo 7 maggio. Nella riunione ci sono diversi punti all’ordine del giorno, oltre all’approvazione del piano di azionariato per i dipendenti.

Intanto bisognerà approvare il bilancio e poi procedere al rinnovo del board, la cui composizione dovrebbe mantenere l’attuale numero di 13 consiglieri. L’assemblea dovrà occuparsi, tra l’altro, anche di modificare lo statuto sociale sui limiti d’età per l’assunzione delle cariche di consigliere, di presidente e di amministratore delegato.

I conti Generali 2018

Gli azionisti saranno dunque chiamati a deliberare sui conti 2018 approvati ieri sera dal Consiglio e che mostrano come il gruppo assicurativo abbia chiuso l’anno con risultati in crescita: in aumento l’utile netto (+9,5%) e l’utile operativo (+3%), sebbene la performance del primo abbia deluso le aspettative degli analisti. Bene anche il dividendo che si porta a 0,90 euro per azione con un incremento del 5,9%.

I numeri comunicati ieri dal Cda hanno fatto esultare il Ceo Philippe Donnet che ha sottolineato come Generali abbia superato tutti i target. Infine, a chi gli chiedeva di eventuali preoccupazioni legate all’andamento dello spread, il top manager ha aggiunto:

“Non c’è nessun impatto negativo sulla nostra solidità patrimoniale - ha commentato - nel 2019 il nostro Solvency ratio è aumentato dal 207% al 216%. Siamo stati capaci di attraversare periodi recenti con qualche choc sui Btp senza nessun problema, siamo totalmente in grado di assorbirli, non vedo problemi particolari”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Generali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.