Flat tax: esempio numerico per capire come funziona

Come funziona la flat tax? Tramite i calcoli di un esempio numerico vedremo quali vantaggi comporta e perché è diversa dal sistema IRPEF.

Flat tax: esempio numerico per capire come funziona

Flat tax: come funziona, quali sono i vantaggi che porta con sé, e quali sono le caratteristiche che la differenziano così tanto dal sistema a scaglioni IRPEF?

Per capire in cosa consiste la flat tax partiremo da un esempio numerico, in modo da poter simulare i vantaggi della nuova imposta sul reddito ad aliquota unica.

Solo in questo modo risulteranno chiari non solo i benefici, ma anche gli svantaggi della flat tax e di come questa risulti favorevole in particolar modo a chi ha un reddito alto.

Proprio per questo motivo l’accusa più pesante che viene mossa alla flat tax è la violazione dell’articolo 53 della Costituzione, che sancisce come fondamentale la progressività dell’imposizione fiscale.

In realtà l’articolo 53 si riferisce all’intero sistema tributario, perciò la progressività deve essere presente nell’insieme del suo complesso di norme.

Una flat tax basata sull’adozione di un sistema di deduzioni/detrazioni/no tax area, impostate in modo corretto, può comunque risultare progressiva.

Flat tax: esempio numerico e pratico per capire come funziona

Dal punto di vista tecnico un sistema di imposizione sui redditi ad aliquota unica può mantenersi progressivo ove vengano rispettate le seguenti condizioni:

  • una no tax area che salvaguardi i redditi più bassi. A questo proposito, attualmente la no tax area è fissata ad euro 8.174. La proposta del centrodestra, in particolare di Forza Italia, è quella di alzare l’esenzione fiscale dalla tassazione dei redditi (e dall’obbligo di dichiarazione) fino ad euro 12.000;
  • un sistema di detrazioni fiscali che sia concentrato sulle fasce di reddito inferiori ad una certa soglia;
  • un sistema di deduzione fiscali fissato in modo tale che l’aliquota marginale sui redditi sia superiore all’aliquota media.

Ora si consideri il caso di una famiglia con genitori e due figli. Considerando, a titolo di esempio, questi elementi:

  • un sistema con no tax area a 12.000,00 euro;
  • deduzione fissa pari a 1.000,00 euro a figlio;
  • reddito familiare pari a 20.000,00 euro;
  • flat tax ad aliquota fissa del 15 per cento.

Alla luce degli elementi sopra elencati il nucleo familiare in oggetto andrebbe a pagare un’imposta sul reddito pari ad euro 900,00 poiché:

  • Reddito complessivo 20.000,00 euro
  • - no tax area 12.000,00 euro
  • - deduzioni fisse figli a carico euro 2.000
  • = imponibile fiscale euro 6.000,00
  • 6.000,00 euro * 15% = euro 900,00
    Per semplicità non sono state considerate le detrazioni fiscali.

Flat tax e detrazioni fiscali: cosa cambierebbe con la tassa piatta?

Con la flat tax cambierebbe completamente la struttura dell’imposizione sui redditi.

Si consideri, a questo proposito, l’attuale situazione in cui il sistema fiscale prevede un’imposizione altissima (a partire dai 28.000 euro si passa all’aliquota del 38%!) ma tantissime detrazioni fiscali.

Con la flat tax l’imposizione si abbasserebbe in modo vertiginoso (magari...) ma il sistema delle detrazioni andrebbe rivisto, riducendo molto il numero delle attuali agevolazioni.

Nell’ipotesi portata avanti dai partiti del centrodestra, per esempio, le detrazioni fiscali si ridurrebbero a due categorie principali: quelle sulle spese mediche e quelle relative alla casa.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Flat Tax

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

Daieledom • Settembre 2019

L’esempio numerico comparativo dove sta?

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.