Estinzione del mutuo: il premio di assicurazione va risarcito

icon calendar icon person
Estinzione del mutuo: il premio di assicurazione va risarcito

Un mutuo è solitamente accompagnato da un contratto di assicurazione: la polizza prevede un pagamento anticipato che in caso di estinzione deve essere risarcito. Ecco come fare.

Un contratto di mutuo si accompagna frequentemente alla stipula di un contratto di assicurazione, la cui polizza prevede un premio pagato anticipatamente. Nel caso in cui il mutuo venga estinto anticipatamente, tuttavia, il rischio di morosità svanisce e i termini del contratto possono cambiare.

Il rimborso del premio di assicurazione, infatti, è più che legittimo in caso di estinzione anticipata del finanziamento. Tuttavia, una polizza su un finanziamento non può essere considerata come una caparra versata ad un albergo.

Il premio non goduto dovrà essere calcolato secondo le regole imposte dall’Arbitrato Bancario. Il diritto al rimborso è comunque assicurato dal Testo Unico Bancario, oltre che dai regolamenti applicati dall’Isvap, ma sarà una formula specifica a determinarne l’importo.

Il processo di rimborso del premio di assicurazione è quindi frutto di un procedimento standard, tuttavia, vediamo di chiarire alcuni passaggi.

Mutuo e assicurazione: il rischio di morosità è un costo

Il mutuo è una forma di finanziamento a lungo termine che può essere stipulata tra un cliente e un istituto di credito. Il cliente verserà una somma mensile per un periodo di tempo determinato e certamente l’istituto creditore valuterà il rischio di vedersi le rate non pagate.

Per questo motivo molte banche accompagnano alla stipula del mutuo una polizza assicurativa che garantisce comunque un rimborso in caso di inadempimento. Il premio avrà un importo variabile a seconda del valore del rischio rilevato dalla compagnia assicurativa.

Oltre alle rate del mutuo, quindi, il cliente dovrà corrispondere all’assicurazione il premio della polizza, solitamente richiesto in anticipo rispetto al versamento delle rate, in unica soluzione.

Il calcolo dell’importo di risarcimento

Secondo il Testo Unico Bancario, compreso nel Decreto 141/2010, l’intestatario di un mutuo può procedere in qualsiasi momento all’estinzione del suo debito, sia essa effettuata in parte o per tutto l’importo. Da ciò deriva che anche le compagnie assicurative debbano prevedere misure a riguardo.

L’istituto di vigilanza delle compagnie assicurative (Isvap) ha infatti previsto nel Regolamento 35/2010 che una parte del premio di assicurazione debba essere restituito all’assicurato, stabilendo anche la modalità di calcolo per il risarcimento.

In particolare l’estinzione del mutuo porterà ad un rapporto tra il premio corrisposto dal debitore, diviso il numero di rate complessive del finanziamento, moltiplicato per il numero delle rate residue. L’Arbitrato Bancario ha così disposto una procedura unica per il rimborso del premio, facilitando i consumatori.

Chiudi X