Esenzione Canone Rai, arriva la scadenza per richiederla per l’intero 2024

Patrizia Del Pidio

3 Gennaio 2024 - 17:07

Tempi corti per richiedere l’esenzione per il Canone Rai 2024. Se si vuole avere l’esonero dal pagamento per tutto l’anno la scadenza per la richiesta si avvicina. Ecco cosa e come fare.

Esenzione Canone Rai, arriva la scadenza per richiederla per l’intero 2024

Il Canone Rai è uno dei balzelli più odiati dai cittadini italiani perché si tratta, alla fine, di una sorta di imposta richiesta per il solo fatto di possedere un apparecchio televisivo. La normativa prevede alcune esenzioni dal pagamento che sono riferite a chi non possiede il televisore, a chi ha superato una certa età e rientra nei limiti di reddito previsti dalla Legge, che ha televisori in una seconda casa e chi ha un altro componente del nucleo familiare che versa già il canone Rai.

Esenzioni sono previste, poi, anche per coloro che ricadono in determinate categorie di cittadini (come ad esempio i militari), ma in questo articolo vogliamo soffermarci sulla prossima scadenza per la presentazione della domanda di esonero dal pagamento per età e reddito. Vediamo a cosa fare attenzione ed entro quando inviare la richiesta per poter fruire dell’esonero per l’intera annualità.

Esenzione Canone Rai, bisogna fare in fretta

Nel 2024 non ci sono novità per quel che riguarda la richiesta di esenzione dal pagamento del canone Rai, questo nonostante la Legge di Bilancio 2024 ha ridotto l’importo annuo da 90 a 70 euro.

L’esenzione può essere richiesta dai cittadini che presentano i seguenti requisiti:

  • 75 anni di età compiuti entro il 31 gennaio 2024;
  • reddito non superiore a 8.000 euro considerando anche quello dell’eventuale coniuge convivente;
  • non deve esserci convivenza con altri soggetti (a esclusione del coniuge) che siano titolari di reddito proprio fatta eccezioni per colf, badanti e collaboratori domestici.

La domanda di esenzione deve essere inviata entro il 31 gennaio 2024 per avere diritto a non pagare il canone Rai per l’intera annualità. Se si inoltra la domanda dopo il 31 dicembre ma entro il 31 luglio, l’esenzione dal pagamento è valida solo per il secondo semestre dell’anno.

Per chi compie i 75 anni dopo il 31 gennaio, ma entro il 31 luglio 2024 è possibile in ogni caso presentare domanda di esonero dal pagamento che, però, è valido solo per il secondo semestre dell’anno. Per chi i 75 anni, infine, li compie dopo il 31 luglio 2024,è possibili richiedere l’esenzione del pagamento solo per le annualità a partire dal 1° gennaio 2025.

Va ricordato, in questo frangente che questa domanda di esenzione non deve essere presentata ogni anno e che, quindi, chi l’ha già presentata negli anni precedenti non deve più presentarla (a meno che non ci sia una variazione reddituale che faccia perdere il diritto all’esenzione stessa).

Ancora poche settimane per presentare la domanda di esenzione

Per tutti coloro che hanno compiuto i 75 anni da poco e non sono rientrati nell’esenzione lo scorso anno, il consiglio è quello di fare presto perché mancano poche settimane alla scadenza di presentazione della richiesta. Se presentata dopo il 31 gennaio, infatti, l’esenzione sarà valevole solo per il secondo semestre del 2024.

Argomenti

# Tasse

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo