Esame per giornalisti professionisti, c’è la data: ecco i requisiti per iscriversi

Alessandro Nuzzo

30/07/2022

30/07/2022 - 10:13

condividi

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la data della prova scritta dell’esame per diventare giornalisti professionisti. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Esame per giornalisti professionisti, c'è la data: ecco i requisiti per iscriversi

La passione per la scrittura accomuna tantissime persone. C’è chi intende trasformare questa passione nel proprio lavoro e decide di intraprendere la carriera di giornalista. Si tratta di un lavoro affascinante che oggi può essere svolto sia nella modalità cartacea che digitale.

L’iter per diventare giornalisti si compone di diversi step a partire dalla differenza tra giornalisti pubblicisti e professionisti. Nel primo caso i requisiti sono meno stringenti, nel secondo caso c’è bisogno di un vero e proprio esame di stato per l’abilitazione. E nella Gazzetta Ufficiale numero 60 del 29 luglio 2022 è stata pubblicata la data della prova scritta dell’Esame di Stato 2022 per diventare giornalisti professionisti. Ecco tutte le informazioni.

Come diventare giornalista: differenza tra giornalisti pubblicisti e professionisti

Il settore della stampa in Italia è regolato dalla legge numero 69 del 1963. L’articolo 1 della suddetta legge stabilisce la differenza tra giornalisti pubblicisti e professionisti. I giornalisti pubblicisti svolgono attività giornalistica non occasionale e retribuita ma esercitando anche altre mansioni o impieghi.

Il giornalista professionista invece esercita la professione del giornalista in modo esclusivo e continuativo. I vari ordini regionali distinguono in due diversi albi i giornalisti pubblicisti e professionisti. Entrambi sono considerati comunque giornalisti a tutti gli effetti e godono di tutti i benefici che questo mestiere è in grado di offrire.

L’iscrizione nell’elenco dei giornalisti pubblicisti presenta un iter meno complicato rispetto al professionismo. Premesso che ogni ordine regionale ha dei propri requisiti da rispettare, nella maggior parte dei casi per ottenere l’iscrizione bastano 2 anni di collaborazione retribuita con una testata giornalistica e la consegna di un numero minimo di articoli che saranno visionati dalla commissione.

Per diventare professionista invece c’è bisogno di un Esame di Stato che dia l’idoneità. Questo si compone da una prova scritta e una orale. Per l’Esame di Stato 2022 è stata pubblicata la data per la prova scritta.

Esame per giornalisti professionisti: ecco quando

Nella Gazzetta Ufficiale del 29 luglio è stata resa nota la data della prova scritta dell’Esame di Stato 2022. Questa si terrà il giorno 25 ottobre 2022 alle ore 8.30 presso l’Ergife Palace Hotel sito in via Aurelia 617.

Le domande di ammissione vanno presentate entro il 2 settembre 2022 alla segreteria del consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti compilando l’apposito modulo che andrà inoltrato tramite pec.

Per l’iscrizione all’Esame di Stato è necessario rispettare determinati requisiti. Vediamo quali.

Esame per giornalisti professionisti: requisiti e come funziona

Per poter iscriversi all’Esame di Stato è necessario un periodo di praticantato di 18 mesi presso una testata giornalistica, la partecipazione ad uno dei corsi di formazione dalla durata di almeno 45 ore promossi dal consiglio nazionale o da quelli regionali dell’Ordine dei giornalisti e l’iscrizione nel registro dei praticanti.

Per l’iscrizione nel registro dei praticanti basterà recarsi presso la sede dell’ordine dei giornalisti con i seguenti documenti:

  • copia del contratto;
  • dichiarazione di inizio praticantato firmata dal direttore responsabile.

C’è una limite per l’Esame di Stato. Ogni praticante ha infatti 3 anni di tempo per sostenere l’esame di idoneità. Scaduti i 3 anni l’ordine cancella l’iscritto dal registro.

Per l’iscrizione all’ordine sarà necessario anche avere il pieno godimento dei diritti civili e penali, cittadinanza italiana e il versamento della tassa governativa.

L’Esame di Stato per diventare giornalista professionista si compone di una prova scritta e una orale. A giudicare i partecipanti sarà una commissione composta da 7 membri, 5 giornalisti professionisti da almeno 10 anni e 2 magistrati.

Le prove

La prova scritta consiste nel superamento di tre step. Pe prima cosa si dovrà sintetizzare un articolo proposto dai commissari in 1.800 battute spazi inclusi.

Poi ci sarà la compilazione di un questionario contenente una serie di domande a scelta multipla su argomenti di attualità e della professione del giornalista. Questo servirà a capire il grado di preparazione in ambito politico, economico e sociale.

Infine la redazione di un articolo dalla lunghezza massima di 2.700 battute spazi inclusi riguardante un tema di attualità da prelevare dall’elenco di quelli forniti dalla commissione.

Il colloquio orale invece verterà su una serie di domande concernenti le seguenti materie:

  • storia del giornalismo;
  • elementi di sociologia e psicologia;
  • tecniche di giornalismo;
  • norme riguardanti il giornalismo;
  • etica;
  • discussione di un argomento di attualità scelto dal candidato.

Al termine della prova orale la commissione comunicherà l’esito della prova scritta. Superato l’esame ci si potrà iscrivere all’ordine nell’elenco professionisti.

Iscriviti a Money.it