Esame avvocato, ecco le nuove date: 13, 14 e 15 aprile

Isabella Policarpio

17 Dicembre 2020 - 09:01

17 Dicembre 2020 - 09:08

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il Ministero della Giustizia ha reso note le date delle prove scritte dell’esame di avvocato 2020: slittano ad aprile, ma è polemica.

Esame avvocato, ecco le nuove date: 13, 14 e 15 aprile

Le prove scritte dell’esame di avvocato 2020 si svolgeranno il 13, 14 e 15 aprile 2021, secondo tempi e modalità previste dal bando pubblicato a settembre.

È quanto si apprende da una nota di via Arenula, circolata su gruppi e Social network; entro venerdì 18 dicembre ci sarà la comunicazione istituzionale in Gazzetta Ufficiale, serie speciale concorsi ed esami.

Non sono mancate le polemiche; proprio ieri si è conclusa la protesta dei praticanti avvocato contro l’inefficiente gestione dell’emergenza Covid da parte del ministro Bonafede. Stabilire nuove date non basta, specie con il rischio di una terza ondata dietro l’angolo.

Esame di avvocato, si recupera ad aprile. Ma in che modo?

Il Guardasigilli lo aveva preannunciato a novembre: le prove scritte per l’abilitazione alla professione forense sarebbero slittate ad aprile del nuovo anno.

Tuttavia - nemmeno stavolta - il Ministero ha comunicato le misure di prevenzione che saranno attuate per scongiurare gli assembramenti ed evitare che l’esame si trasformi in un focolaio.

Il ministro Bonafede, in verità, non ha mai voluto prendere seriamente in considerazione le moltissime proposte avanzate dalle associazioni di praticanti avvocato. Ciò che è certo - per motivi non ancora chiariti - è che l’esame di avvocato è l’unica procedura di abilitazione che è rimasta invariata nonostante l’emergenza Covid in atto.

Le date delle tre prove scritte

Le nuove date per l’esame di abilitazione si svolgeranno nei giorni:

  • martedì 13 aprile 2021, parere motivato di diritto civile;
  • mercoledì 14 aprile 2021, parere motivato di diritto penale;
  • giovedì 15 aprile 2021, atto giudiziario a scelta tra diritto civile, penale o amministrativo.

Le prove si svolgeranno in presenza presso le sedi delle Corti d’Appello indicate nell’articolo 1 del d.m. 14 settembre 2020 a partire dalle 9.00 e dureranno 7 ore dal momento della dettatura del tema.

Le prove scritte vengono svolte sui temi formulati dal Ministero della giustizia e hanno ad oggetto:

  • la redazione di un parere motivato, da scegliersi tra due questioni in materia regolata dal codice civile;
  • la redazione di un parere motivato, da scegliersi tra due questioni in materia regolata dal codice penale;
  • la redazione di un atto giudiziario che postuli conoscenze di diritto sostanziale e di diritto processuale, su un quesito proposto, in materia scelta dal candidato tra il diritto privato, il diritto penale e il diritto amministrativo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories