Alfonso Bonafede

Alfonso Bonafede

Alfonso Bonafede è un deputato del Movimento 5 Stelle, ministro della Giustizia del governo guidato da Giuseppe Conte e sostenuto dalla maggioranza formata, oltre che dai pentastellati, dalla Lega.

Nato a Mazara del Vallo nel 1976, Bonafede è un fiorentino di adozione visto che nel capoluogo toscano ha completato gli studi e iniziato a praticare la professione di avvocato.

Dal punto di vista politico, Alfonso Bonafede può essere considerato un grillino della prima ora visto che entrò a far parte del Meetup fiorentino nel 2006. Dopo essere stato eletto deputato con il Movimento 5 Stelle per la prima volta nel 2013, è stato riconfermato poi anche alle elezioni del 4 marzo 2018, venendo poi nominato ministro della Giustizia del governo Conte.

Alfonso Bonafede, ultimi articoli su Money.it

Riforma processo: le novità in arrivo e i nodi da sciogliere

Pubblicato il 3 gennaio 2020 alle 08:37

Processo civile e penale stanno per cambiare sensibilmente. Sul primo c’è l’accordo della maggioranza, mentre sul secondo restano dei dubbi, soprattutto sulla prescrizione che ormai è legge. Ecco tutte le novità.

Intercettazioni, riforma Bonafede in vigore dal 1°marzo: cosa cambia

Pubblicato il 2 gennaio 2020 alle 12:12

Il Ministro Bonafede intende riformare la Legge Orlando sulle intercettazioni. I pm dovranno selezionare il materiale intercettato e gli avvocati avranno meno limitazioni nell’estrazione delle copie. Nuove regole in vigore dal 1° marzo 2020.

Avvocati contro Bonafede: ecco perché ne chiedono le dimissioni

Pubblicato il 13 dicembre 2019 alle 09:20

Dopo la clamorosa gaffe di Bonafede a Porta a Porta, l’Ordine degli Avvocati di Palermo chiede le dimissioni immediate del Ministro. L’iniziativa ha ottenuto l’appoggio di moltissimi avvocati in tutta Italia.

Prescrizione, avvocati in sciopero e arringhe sotto la Cassazione

Pubblicato il 4 dicembre 2019 alle 10:18

Avvocati penalisti in sciopero dal 2 al 6 dicembre 2019 contro la riforma della prescrizione. In Piazza Cavour, davanti la Corte di Cassazione, maratona oratoria sui danni della riforma che entrerà in vigore il 1° gennaio 2020.

Prescrizione, PD e renziani come Tafazzi: voto con FI per stoppare la riforma?

Pubblicato il 21 novembre 2019 alle 10:11

I partiti della maggioranza continuano a non trovare l’accordo sulla Giustizia: PD e Italia Viva contro lo stop alla prescrizione dopo il primo grado di giudizio, senza un accordo con i 5 Stelle potrebbero votare un ddl presentato da Forza Italia che cancellerebbe il provvedimento voluto dal ministro Bonafede.

|