Elon Musk: «Tesla licenzia 10 mila dipendenti». Brutta sensazione sull’economia. Ecco cosa sta succedendo

Emiliana Costa

3 Giugno 2022 - 17:49

condividi

Tesla sta per mettere in pausa le assunzioni nel mondo, riducendo il proprio personale del 10%. Si tratta dell’annuncio choc di Elon Musk: ecco cosa sta succedendo.

Elon Musk: «Tesla licenzia 10 mila dipendenti». Brutta sensazione sull'economia. Ecco cosa sta succedendo

Tesla sta per mettere in pausa le assunzioni nel mondo, riducendo il proprio personale del 10%. Si tratta dell’annuncio choc che il ceo Elon Musk avrebbe comunicato ai propri dipendenti via mail. Mail pubblicata in esclusiva dall’agenzia Reuters.

Nel messaggio inviato ai dirigenti del gruppo, l’imprenditore più ricco del mondo (il patrimonio netto dell’amministratore delegato di Tesla è di 219 miliardi di dollari. Superato Jeff Bezos, il cui patrimonio è di 171 miliardi) parla di una «pausa in tutte le assunzioni nel mondo» e di una «bruttissima sensazione sull’andamento dell’economia». Il taglio, secondo i calcoli di Reuters, potrebbe aggirarsi intorno ai 10 mila lavoratori. Entriamo nel dettaglio.

Elon Musk taglia il 10% dei dipendenti, l’annuncio choc

Tesla sta per mettere in pausa le assunzioni in tutti gli stabilimenti del mondo, riducendo il proprio personale del 10%. Si tratta dell’annuncio choc che l’amministratore delegato Elon Musk avrebbe inviato via mail ai dirigenti del gruppo. Lo riferisce la Reuters.

Nel messaggio, Musk fa riferimento a una «bruttissima sensazione» sull’andamento dell’economia. Secondo il calcolo di Reuters, il taglio potrebbe aggirarsi sui 10 mila dipendenti: al momento Tesla - che ha stabilimenti in Usa, Cina e Berlino - impiega 99.290 lavoratori.

La notizia è arrivata in un momento duro per Tesla le cui azioni hanno registrato una flessione di oltre il 20%. Flessione avvenuta da quando Musk ha annunciato la decisione di acquistare Twitter per 33,5 miliardi di dollari. Non solo. A pesare sulla produzione, anche il lockdown a Shanghai dove Tesla ha una fabbrica.

All’inizio del 2019 Tesla ha già ridotto il numero dei dipendenti di 3 mila unità, affermando che «la strada da percorrere è molto difficile» per rendere le auto elettriche più convenienti per il mercato di massa.

Elon Musk, la polemica sullo smart working

Nei giorni scorsi Musk è tornato a far parlare di sé con la polemica sullo smart working. Il ceo di Tesla ha esortato il personale a tornare in ufficio o a trovare lavoro altrove. «Maggiore è la vostra anzianità e più deve essere visibile la vostra presenza» ha scritto Musk ai dipendenti. L’ad ha aggiunto che i lavoratori devono trascorrere un minimo di 40 ore in ufficio a settimana.

Intanto, il sindacato tedesco ha replicato alla provocazione di Musk sullo smart working: «Chiunque non sia d’accordo con queste richieste unilaterali e voglia opporsi, in Germania ha il potere dei sindacati alle spalle, come previsto dalla legge», ha affermato Birgit Dietze, leader dell’associazione IG Metall di Brandeburgo Sassonia.

Iscriviti a Money.it