È legale mangiare insetti in Italia?

Isabella Policarpio

07/05/2021

07/05/2021 - 15:07

condividi

Gli insetti commestibili si possono mangiare in Italia? Cosa cambia con il via libera dell’Europa alle tarme della farina? Ecco cosa prevede la normativa in vigore.

È legale mangiare insetti in Italia?

Per la prima volta l’Europa ha approvato l’uso dei vermi della farina essiccati a fini alimentari: si potranno produrre e mettere in commercio biscotti, pasta e snack proteici. Il via libera è arrivato a seguito della rigorosa valutazione dell’Efsa (l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare) che nei prossimi mesi si esprimerà anche sul possibile uso alimentare di grilli e cavallette.

Lecito chiedersi a questo punto quali saranno gli effetti sul mercato alimentare italiano: gli insetti si possono mangiare ed è legale la vendita nei supermercati?

Facciamo chiarezza sulla normativa in vigore in Europa e in Italia.

Mangiare insetti in Italia è legale?

Nei supermercati italiani è impossibile trovare prodotti alimentari derivanti da insetti commestibili e il motivo è presto detto: il Ministero della Salute non ne ammette la vendita senza l’autorizzazione dell’Ente europeo per la sicurezza alimentare (l’Efsa). Ma con il via libera alle tarme della farina le cose potrebbero cambiare.

Questo non significa che mangiare insetti sia illegale in Italia: si possono acquistare all’estero sui numerosi siti di e-commerce e consumare a casa. E non mancano le aziende italiane che hanno deciso di investire nei prodotti a base di insetti nell’attesa delle autorizzazioni europee.

Quindi, se da una parte gli insetti commestibili non si trovano nei supermercati e negozi al dettaglio - almeno per ora - dall’altra ne è consentito il consumo personale.

Dove si comprano gli insetti commestibili?

Per ora non è possibile trovare prodotti alimentari a base di insetti negli scaffali dei supermercati italiani. Nel frattempo chi volesse mangiare gli insetti commestibili può acquistarli su internet. I siti di e-commerce di alimenti a base di insetti sono moltissimi e sparsi in tutto il mondo (soprattutto in Thailandia, Cina e Belgio) bisogna, però, controllare se spediscono in Italia.

I prodotti più acquistati e apprezzati, soprattutto per l’elevato valore nutrizionale e il basso contenuto di grassi, sono quelli a base di tarme, grilli e cavallette con i quali vengono prodotti diversi formati di pasta, pane, biscotti secchi e spuntini.

Cosa prevede la normativa europea sugli insetti commestibili

Il cibo a base di insetti è disciplinato in Europa dal Regolamento (UE) 2015/2283, in vigore dal 1°gennaio 2018, che ha abrogato il precedente Regolamento (CE) 258/97.

Qui si trova la definizione di “novel food” (alimenti nuovi) considerati come le sostanze alimentari privi di storia di consumo “significativo” al 15 maggio 1997 in Europa; questi alimenti - tra cui gli insetti - per entrare in commercio devono ottenere l’autorizzazione dell’Efsa (European Food Safety Authority) che ne valuta la sicurezza per l’essere umano. La richiesta di autorizzazione - diversamente dal passato - va presentata direttamente alla Commissione europea anziché ad uno degli Stati membri.

Tuttavia, contrariamente al Ministero della Salute italiano, alcuni Paesi europei hanno aggirato l’ostacolo dell’autorizzazione dell’Efsa appellandosi alle “Misure transitorie” previste all’articolo 35 del Regolamento (UE) 2015/2283: una sorta di regime di tolleranza che permette il commercio e il consumo di prodotti a base di insetti commestibili ancor prima del via libera dell’Efsa. I Paesi europei più tolleranti riguardo alla vendita degli insetti sono Belgio, Svizzera e Olanda.

In quanti Paesi si mangiano gli insetti

La lista dei Paesi in cui mangiare e vendere insetti commestibili è una pratica di uso comune è molto lunga e, secondo il parere degli esperti, è destinata a crescere esponenzialmente nei prossimi anni per due fattori:

  • l’elevato valore nutrizionale degli alimenti a base di insetti;
  • la vasta disponibilità sul mercato e i prezzi contenuti.

Gli insetti commestibili si trovano quotidianamente sulle tavole in Africa, Sud-est asiatico, Cina, Giappone, America Latina (soprattutto in Colombia e in Amazzonia) e nei Tropici. Mentre in ambito europeo i Paesi dove spopolano i novel food sono Svizzera, Belgio ed Olanda.

Argomenti

# Legge

Iscriviti a Money.it