USA, impeachment: Donald Trump vuole testimoniare

Svolta negli USA sulla procedura di impeachment avviata contro il Presidente americano Donald Trump. Il numero uno della Casa Bianca sarebbe pronto a testimoniare in prima persona

USA, impeachment: Donald Trump vuole testimoniare

Svolta negli USA sulla procedura di impeachment avviata contro il Presidente americano Donald Trump. Il numero uno della Casa Bianca sarebbe pronto a testimoniare in prima persona.

A renderlo noto è lo stesso Trump con un tweet sul suo profilo ufficiale dove risponde così alla provocazione della speaker della Camera Nancy Pelosi che lo aveva invitato a presentare anche una testimonianza scritta: “Prenderò in seria considerazione l’ipotesi di testimoniare, mi piace l’idea”.

Il numero uno della Casa Bianca però ha colto anche l’occasione per attaccare la speaker della Camera Nancy Pelosi, tant’è che l’ha definita “pazza, nervosa e pietrificata dalla sinistra radicale”. Inoltre, sottolinea che la procedura di impeachment avviata contro di lui è solo “un processo bufala”.

Lo sfogo di Donald Trump su Twitter però non finisce qui. Il numero americano oltre ad aver attaccato la speaker della Camera Nancy Pelosi ha anche attaccato Adam Schiff, il capo della commissione intelligence della Camera. Entrambi infatti secondo l’inquilino della Casa Bianca avrebbero “truccato” le regole dell’inchiesta sull’impeachment.

Impeachment, Trump si scaglia contro Mike Pompeo

Oltre ad aver attaccato apertamente su Twitter Nancy Pelosi e Adam Schiff, Donald Trump si sarebbe scagliato anche contro uno dei suoi uomini più fidati: il segretario di Stato Mike Pompeo.

Secondo il Presidente americano, Pompeo non avrebbe fatto abbastanza per bloccare le deposizioni dei funzionari di Foggy Bottom. Addirittura secondo i media americani, Donald Trump avrebbe accusato Pompeo di essere stato responsabile di tutto questo marasma per un semplice motivo: è stato lui a scegliere i funzionari.

Entrando più nel dettaglio, Trump avrebbe incolpato Pompeo soprattutto di una nomina in particolare: quella di Bill Taylor, ambasciatore in Ucraina. Proprio lui infatti con la sua deposizione avrebbe fornito alcuni dei dettagli più dannosi per la posizione del Presidente statunitense.

La rabbia e gli attacchi di Trump non sono finiti qui. Il numero uno della Casa Bianca nei giorni scorsi ha anche accusato per la sua testimonianza alla Camera Jennifer Williams, l’assistente per la politica estera del Vicepresidente Mike Pence.

Infatti, dopo che Jennifer Williams ha definito “inusuale e inappropriata” la telefonata tra Trump e Volodymyr Zelensky, Presidente dell’Ucraina, il numero uno americano ha risposto così su Twitter: “Dite a Jennifer Williams, chiunque sia, di leggere le trascrizioni delle telefonate e le dichiarazioni rilasciate dall’Ucraina. Successivamente dovrebbe incontrarsi con gli altri Never Trumpers, che non conosco e non ho quasi mai sentito, e lavorare ad un miglior attacco presidenziale”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Donald Trump

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \