Debiti col fisco, occhio alla scadenza del 31 agosto: chi e cosa deve pagare

Isabella Policarpio

30/08/2021

30/08/2021 - 11:04

condividi

Rottamazione-ter, per i debiti con il Fisco di maggio 2020 il termine ultimo è il 31 agosto. Come pagare le cartelle esattoriali arretrate.

Debiti col fisco, occhio alla scadenza del 31 agosto: chi e cosa deve pagare

Per chi ha debiti con il Fisco, il 31 agosto 2021 è una data da ricordare: segna il termine per la seconda rata della “Rottamazione-ter”, posticipata dai decreti dell’emergenza da Covid-19.

Coloro che devono versare le somme all’Agenzia delle Entrate hanno avuto la possibilità di ripartire il debito in diverse rate, a luglio, agosto, settembre e ottobre 2021, con definizione agevolata.

Per le cartelle esattoriali relative a maggio 2020, il termine ultimo è proprio il 31 agosto, da versare in banca, con PagoPa o procedura online.

Secondo le stime del Fisco, in questa data si sbloccheranno almeno 4 milioni di cartelle rimaste insolute. Ecco i dettagli.

Rottamazione-ter, cosa si paga il 31 agosto

I contribuenti che devono versare le cartelle esattoriali di maggio 2020 hanno tempo fino a martedì 31 agosto 2021, come prevede la Rottamazione-ter nella legge di conversione del Decreto Sostegni-bis (Legge n. 106/2021), con la quale - in virtù dello stato emergenziale - sono state rateizzate le somme dovute all’Ente della Riscossione.

Con la stessa legge si è stabilito che i pagamenti relativi all’anno in corso scadranno alla fine di novembre prossimo.

Le cartelle esattoriali attualmente ferme per opera della Rottamazione-ter - secondo le stime dell’Agenzia delle Entrate - sarebbero circa 25 milioni, di queste soltanto 4 milioni verranno saldate prima di settembre.

Concessi 5 giorni di tolleranza

Come per le altre scadenze, sono previsti 5 giorni di tolleranza per procedere al pagamento delle cartelle. Oltre questo termine, il contribuente insolvente non potrà più beneficiare della definizione agevolata.

Le somme versate precedentemente, invece, saranno considerate un acconto sulle somme dovute.

Come pagare

Per saldare la rata di agosto si può scegliere tra diversi metodi:

  • con bonifico presso la propria banca o agli sportelli abilitati al pagamento Cbill;
  • online con l’internet banking personale;
  • negli uffici postali;
  • dai tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica;
  • sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it;
  • tramite l’App Equiclick su piattaforma PagoPa.
  • direttamente agli sportelli, prendendo appuntamento tramite la sezione “Trova lo sportello e prenota”.

In ultimo, è possibile compensare le somme dovute con i crediti commerciali (ad esempio per la fornitura di appalti e servizi per la P.A.) non prescritti, sempre che siano certi, liquidi ed esigibili.

Iscriviti a Money.it