Dazn, rimborsi per i disservizi della prima giornata di serie A: come chiedere e ottenere gli indennizzi

Stefano Rizzuti

16 Agosto 2022 - 17:59

condividi

Dopo i disservizi della prima giornata di serie A, Dazn promette indennizzi per gli utenti danneggiati: a chi andranno, come chiederli e come ottenere i rimborsi.

Dazn, rimborsi per i disservizi della prima giornata di serie A: come chiedere e ottenere gli indennizzi

I disservizi di Dazn durante la trasmissione di alcune partite - quelle del pomeriggio e della sera del 14 agosto - della prima giornata di serie A, non hanno solo aperto la polemica politica. Ci saranno, infatti, conseguenze anche per gli utenti.

Dazn ha fatto sapere che è pronta a indennizzare gli utenti danneggiati. Intanto l’Agcom ha inviato una lettera alla compagnia per chiedere di applicare forme semplificate di rimborso, una sorta di automatismo che elimini le procedure - per nulla semplici - per chiedere l’indennizzo per i disservizi subiti il 14 agosto dagli utenti.

Secondo il Garante per le comunicazioni gli abbonati hanno diritto al rimborso senza dover affrontare problemi burocratici, perché il disservizio è ritenuto grave e conclamato. La richiesta dell’Autorità è quella di cambiare le procedure per i rimborsi in modo da renderli immediati e diretti.

Secondo Agcom, Dazn può infatti individuare chi ha tentato di vedere la partita senza riuscirci, poiché ha fornito un link d’emergenza da utilizzare attraverso le mail degli abbonati. Quindi la compagnia saprebbe già chi ha avuto sicuramente problemi e ha quindi diritto al rimborso.

Cosa farà Dazn sui rimborsi

Dazn si è detta disponibile a erogare i rimborsi. La Lega Calcio chiede che vadano a tutti i clienti, ovvero 1,8 milioni di abbonati. La compagnia ci sta pensando, anche se costerebbe tanto. Ogni abbonato dovrebbe ricevere un quarto del canone mensile, ovvero una cifra o di 7,49 o di 10 euro, in base al diverso tipo di abbonamento.

Una decisione non è ancora stata presa, ma Dazn potrebbe decidere di rimborsare tutti gli utenti o solo una parte e potrebbe ricorrere a una modalità semplificata. Motivo per cui potrebbe convenire aspettare qualche ora prima di inoltrare la domanda per il rimborso, tutt’altro che semplice come vedremo.

Le regole per il rimborso Dazn

Per ottenere un rimborso da Dazn in caso di disservizi esistono delle regole: l’abbonato ha diritto alla restituzione dei soldi nel caso in cui i tentativi di accesso alla piattaforma o quelli di accesso alla singola partita siano superiori a cinque. Ovvero devono esserci stati più di cinque tentativi falliti.

Dazn, come si chiede il rimborso

Normalmente la richiesta di rimborso non è semplice. Ma non è detto che in questo caso le regole per la domanda siano le stesse: come detto, qualcosa potrebbe cambiare in caso di accoglimento della richiesta di Agcom di erogare i rimborsi automaticamente.

In condizioni normali, l’utente deve allegare alla richiesta di indennizzo una serie di documenti come le condizioni contrattuali di fornitura del servizio e la banda minima garantita. Deve quindi inviare una serie di documenti via mail.

Gli indirizzi a cui inviare sono: richiestarimborsodazn@dazn.com o alla pec rimborsidazn@legalmail.com. Viene consigliato di utilizzare la pec, ma in realtà la mail deve essere quella legata all’account (ovvero quella usata per il login).

Bisogna compilare tutti i moduli richiesti sulla pagina di Dazn, ma non sono neanche così semplici da trovare. Inoltre bisogna allegare gli screenshot dei pagamenti effettuati, un’evidenza fotografica del malfunzionamento, una foto del device utilizzato per vedere l’evento. Una procedura abbastanza complessa, quindi, per cui molti utenti sperano nel rimborso automatico come chiesto dall’Agcom per i disservizi del 14 agosto.

Argomenti

# Agcom
# Calcio
# Dazn

Iscriviti a Money.it