Dazi USA-UE: spiragli di pace nella guerra commerciale tra Europa e Stati Uniti?

La guerra commerciale e dei dazi interessa da anni anche l’Europa e gli USA. A che punto è il conflitto? Una novità appena giunta dalla Commissione UE sui dazi potrebbe aprire la strada della pace tra i due partner economici.

Dazi USA-UE: spiragli di pace nella guerra commerciale tra Europa e Stati Uniti?

Stati Uniti e Unione Europea sono stati coinvolti in controversie commerciali a colpi di dazi negli ultimi anni. Tuttavia, lo scenario potrebbe cambiare dopo un piccolo accordo annunciato venerdì 21 agosto.

La Commissione europea ha deciso di porre fine alle tariffe su uno dei beni statunitensi colpiti finora, annunciando di fatto un nuovo accordo di una certa rilevanza per l’industria della potenza americana.

In cambio, gli Stati Uniti taglieranno del 50% i dazi su alcuni prodotti dell’UE. Spiragli di pace sulla guerra commerciale USA-UE? Cosa aspettarsi nei prossimi mesi.

Nuovo accordo sui dazi USA-UE: di cosa si tratta?

Stati Uniti e UE hanno affermato che l’accordo appena raggiunto ha segnato una svolta in più di 20 anni, visto è stato deciso un taglio di tariffe su alcuni beni.

Nello specifico, la Commissione europea ha eliminato le sue tariffe sulle importazioni di aragoste dagli Stati Uniti, con l’intenzione di rendere tale decisione definitiva. Di tutta risposta, anche la potenza americana procederà con un allentamento dei dazi su alcuni beni del Vecchio Continente.

Nella dichiarazione congiunta, USA e UE hanno affermato:

“Speriamo che questo pacchetto di riduzioni tariffarie sia solo l’inizio di un processo che porterà ad accordi aggiuntivi che creeranno un commercio transatlantico più libero, equo e reciproco”

Una condivisione di intenti, quindi, che ha aperto la porta a ulteriori accordi commerciali tra le due sponde dell’Atlantico. La notizia arriva in un momento topico, non solo per l’incertezza economica causata dalla pandemia, ma anche per lo stallo nei rapporti tra i due partner.

La Casa Bianca si è scontrata con l’UE sul commercio in diverse occasioni, principalmente da quando il presidente Donald Trump è stato eletto nel 2016. L’amministrazione repubblicana ha spesso criticato le pratiche commerciali comunitarie e minacciato di imporre dazi alle case automobilistiche.

Gli Stati Uniti hanno approvato tariffe sull’acciaio e sull’alluminio nell’UE nel 2018; hanno aperto un’indagine sui piani europei per imporre una tassa sui giganti digitali; hanno inflitto dazi del 25% su alcune merci dell’UE per la questione Airbus. Una mossa, quest’ultima, che ha danneggiato anche l’Italia.

Accordo commerciale USA-UE in vista?

Il nuovo passo verso l’eliminazione delle tariffe USA-UE non deve illudere sull’arrivo imminente di un più consistente accordo commerciale.

Analisti su CNBC, infatti, ricordano che a gennaio il presidente Trump aveva dichiarato di voler raggiungere un’intesa con l’UE prima del voto di novembre. Tuttavia, con solo due mesi circa per i negoziati, il dubbio domina su questo possibile scenario.

Fredrik Erixon, direttore del Centro europeo di economia politica internazionale (ECIPE), ha spiegato che

“Non succederà molto nel commercio transatlantico fino al prossimo anno, e ciò che accadrà dipenderà interamente dal prossimo presidente. Se Trump verrà rieletto, temo che avremo più attriti e più protezionismo tra l’UE e gli Stati Uniti.”

La guerra commerciale tra USA e UE, quindi, ha visto solo spiragli e potrebbe continuare ancora a lungo, anche a colpi di dazi.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories