Mai così tanti deflussi per Bitcoin & Co.: il grafico della settimana

Luca Fiore

2 Luglio 2022 - 09:00

condividi

A causa dei riscatti del Purpose Bitcoin Etf, il mondo dei cripto-asset nell’ultima settimana ha fatto registrare deflussi da record. E’ quanto emerge dai dati settimanali elaborati da CoinShare.

Mai così tanti deflussi per Bitcoin & Co.: il grafico della settimana

Nell’ultima settimana di rilevazione, i deflussi dal mondo degli investimenti digitali si sono attestati a 423 milioni di dollari, il livello maggiore mai registrato.

Il dato, più che doppio rispetto al precedente record fatto segnare a gennaio 2022 (-198 milioni), è riconducibile alle vendite registrate sull’ecosistema Bitcoin, che ha registrato deflussi per 453 milioni di dollari.

In termini relativi, aggiungendo al calcolo anche il totale degli asset in gestione, quello registrato la scorsa settimana è stato il terzo segno meno maggiore di sempre (-1,2%). Il record in questo caso è quello fatto segnare a febbraio 2018, quando i deflussi hanno riguardato l’1,6% degli Asset under Management (AuM).

Flussi settimanali sui Cripto Asset. Fonte: CoinShare

Criptovalute: deflussi per 500 milioni $ per il Purpose Bitcoin Etf

La causa di deflussi così consistenti per il Bitcoin va cercata in Canada, dove il primo Etf quotato sul mercato nord-Americano, il Purpose Bitcoin Etf (ticker BTCC), ha registrato uscite per quasi 500 milioni di dollari (-490 milioni).

Secondo dati elaborati da Bloomberg, in un giorno è stato ritirato l’equivalente di circa 24.500 Bitcoin spedendo i corsi della prima criptovaluta a 17.600 dollari, -70% rispetto al massimo registrato a novembre.

Escludendo Purpose, gli altri provider, probabilmente a causa dei recenti ribassi, hanno registrato afflussi per circa 70 milioni.

Andamento flussi, per provider e per asset. Fonte: CoinShare

Al netto invece del Btc, che con il calo di 453 milioni ha visto gli AuM scendere ai minimi da inizio 2021 a 24,5 miliardi, Ethereum ha registrato un saldo positivo di quasi 11 milioni (primo incremento dopo 11 segni meno consecutivi) mentre i prodotti che permettono di scommettere al ribasso sul Bitcoin (gli short-Bitcoin), a causa del lancio del primo investimento «short» di questo genere negli Usa, hanno evidenziato afflussi per 15 milioni (i prodotti “ribassisti” già presenti sul mercato hanno invece registrato deflussi).

Argomenti

Iscriviti a Money.it