Covid, viaggiare in Europa è sicuro: ecco gli ultimi aggiornamenti sui contagi

Giorgia Bonamoneta

04/06/2022

06/06/2022 - 09:14

condividi

Con l’estate si torna a viaggiare, ma è sicuro? In Europa le restrizioni anti Covid-19 sono quasi tutte cadute. Ecco cosa sappiamo su i contagi e come viaggiare in sicurezza.

Covid, viaggiare in Europa è sicuro: ecco gli ultimi aggiornamenti sui contagi

Con l’arrivo dell’estate sono in molti a organizzare viaggi e spostamenti per tutta l’Europa e non solo. L’estate 2022 è all’insegna delle poche o nulle restrizioni, grazie alla serie di date in calendario che hanno con prudenza eliminato tutti i divieti. Le ultime a cadere saranno proprio quelle del 15 giugno, quando l’Italia dirà addio alle mascherine anche al chiuso, dove al momento sono ancora obbligatorie. Anche se, prima di festeggiare, si dovrà aspettare la data in questione, perché potrebbe esserci una proroga all’obbligo di indossare le mascherine.

Viaggiare in Europa è sempre più semplice, tanto che da mercoledì 1° giugno sono entrate in vigore le nuove regole Covid per entrare nel nostro Paese: la certificazione verde (rilasciata in seguito a vaccinazione, guarigione o esito negativo di un tampone) non sarà più necessaria per i turisti e per gli italiani che entrano in Italia.

La situazione potrebbe però non essere altrettanto semplice per altri Paesi europei. Mentre l’Italia tende a schiarirsi sulla mappa a colori del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), in particolare nel Nord, allarmano invece gli aumenti di contagi in Germania e Portogallo. In questi la nuova variante di Omicron, la Ba5, sta facendo risalire il numero di contagiati e dei decessi.

Viaggiare in Europa rimane comunque sicuro, ma con alcune accortezze per evitare di incappare nelle zone ad alto rischio di contagio. Non solo Germania e Portogallo, in rosso scuro anche Lussemburgo e alcune zone della Spagna.

Zone sicure e zone a rischio contagio in Europa

Non è l’estate del 2020 o del 2021: la stagione alle porte è la più sicura degli ultimi due anni. Questo però non vuol dire che i contagi non ci siano o che la pandemia sia del tutto scomparsa. Viaggiare in Europa è sicuro e l’Italia ha persino eliminato l’obbligo del green pass per il rientro degli italiani o l’arrivo dei turisti. Ci sono però dei Paesi dove si sta verificando un boom di contagi per colpa di una nuova sotto variante.

La mappa dei colori europea segna un quadro ancora molto rosso, con alcune zone rosso scuro (tra cui l’Italia) e molte altre zone grigie, cioè dove si fanno pochi tamponi ed è quindi difficile ricostruire i dati.

Viaggiare in Europa, i colori della mappa europea: Germania e Portogallo a rischio

La nuova variante, scoperta lo scorso febbraio, è molto più contagiosa delle precedenti, ma non altrettanto pericolosa. Il boom di contagi ha però portato a un aumento del numero di decessi. La situazione è sotto controllo e nell’ultima mappa elaborata dall’Ecdc ancora non è visibile l’impatto di questa variante su Germania e Portogallo.

Mappa Europea Mappa Europea Mappa colori europea Ecdc

Al contrario, come si vede nella figura, in rosso scuro rimane tutt’ora l’Italia, il Portogallo e il Lussemburgo, oltre che alcune zone della Spagna e della Grecia. La Francia è tutta arancione, così come parte del Belgio, Cipro, l’Austria e la Slovenia. In giallo invece Estonia, Lettonia e una zona dell’Irlanda, il resto è tutto di colore grigio. Questo indica che non ci sono sufficienti dati.

Viaggiare in Europa è sicuro: l’impatto della variante Ba5 sull’estate

In caso si stia pensando di organizzare un viaggio fuori dall’Italia, il consiglio è sempre quello di controllare le disposizioni del Paese d’arrivo. In generale le restrizioni sono cadute quasi ovunque e rimangono poche e semplici regole per viaggiare in sicurezza, visionabili sul sito del ministro degli Esteri italiano o dei vari Paesi d’arrivo.

La variante Omicron che sta aumentando i contagi in Germania e Portogallo non desta molta preoccupazione, tanto che la stagione turistica è già iniziata, con diverse agevolazioni.

Iscriviti a Money.it