Quanto costa un computer per il mining di criptovalute?

Le criptovalute sono ormai una realtà quotidiana. Più difficile è invece il concetto di mining, che si realizza tramite specifici computer. Quanto costano i dispositivi di estrazione?

Quanto costa un computer per il mining di criptovalute?

Negli ultimi anni abbiamo visto come le criptovalute hanno fatto irruzione con forza sul mercato, in una condizione di clandestinità dalla quale per il momento sarà molto difficile uscire.

Ciò che rende attraente questo tipo di moneta è che qualsiasi persona può procedere con il mining, a patto che abbia un computer tanto potente da permetterlo. Ma quanto costa un apparecchio del genere? È davvero alla portata di tutti?

Bisogna tener conto del fatto che le (notevoli) spese, al di là di quelle del pc, sono anche di luce elettrica, data la potenza richiesta da questi macchinari. Per saperne di più puoi leggere Il segreto “sporco” del Bitcoin

Vediamo come funzionano e a quanto sono venduti alcuni computer disegnati appositamente per il mining di criptovaluta, specie per i Bitcoin.

Come funziona il mining di criptovalute

Ciò che non bisogna dimenticare quando si fa mining con un computer è che il dispositivo che si andrà ad utilizzare deve avere una buona relazione di hashrate e consumo di elettricità.

Per hashrate si intende l’unità di misura della potenza di elaborazione della rete bitcoin. La rete, infatti, deve risolvere complicati calcoli matematici per ragioni di sicurezza: quando raggiunge un hash di 10 TH/s significa che può raggiungere una potenza di calcolo di 10 milioni al secondo.

Come è logico, tanto maggiori sono i calcoli al secondo e più possibilità esisteranno di ottenere dei bitcoin. Ma quali sono i computer più adatti per fare tutto ciò?

I dispositivi più validi per fare mining

Ci sono dei marchi che hanno progettato e realizzato dei computer espressamente per il mining di criptovaluta. È il caso di Bitmain, la casa produttrice computer come l’Antminer S9, con una capacità di calcolo di 13,5 Terahash al secondo.

Dipendendo dall’uso che se ne fa, per alcuni sarà una potenza chiaramente insufficiente ma per altri sarà più che appropriata. Tra l’altro è uno degli apparecchi più economici, con un prezzo di 1.265 dollari.

Com’è logico, il prezzo dei computer che fanno mining dipende dall’hashrate. Un altro esempio è l’Antminer S7, che ha una capacità di calcolo di 4,73 Terahash al secondo. Una capacità inferiore rispetto al dispositivo già visto sopra ma che fa abbassare notevolmente il prezzo tra i 500 e i 600 dollari.

Per chi può permetterselo, esistono anche dispositivi che riescono a fare mining di una quantità spropositata di bitcoin. L’Antminer D3, per esempio, offre una potenza di calcolo 15 GH/s e su eBay sta costando fino a 20.000$ (quando in realtà il suo prezzo è di 1.450$). Il prezzo è sicuramente proibitivo ma si tratta di un modello unico, dato che non ce ne sono in produzione.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.