Concorso Polizia di Stato, bando in Gazzetta: posti, requisiti e prove

Alessandro Nuzzo

02/07/2022

02/07/2022 - 15:07

condividi

Pubblicati in Gazzetta Ufficiale i bandi di concorso per vice ispettori tecnici della Polizia di Stato. Vediamo requisiti e come partecipare.

Concorso Polizia di Stato, bando in Gazzetta: posti, requisiti e prove

Sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n.52 del 01/07/2022 i due bandi di concorso per il reclutamento di vice ispettori tecnici della Polizia di Stato. I bandi sono due: uno riguarda il reclutamento di vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici nel settore accasermamento. L’altro invece per il medesimo ruolo ma nel settore di impiego telematico.

I posti messi a disposizione sono 100 per il primo bando, 192 per il secondo. Nel primo caso 17 posti sono riservati al personale di ruolo in servizio come sovrintendente tecnico mentre nel secondo concorso i posti riservati a chi svolge il medesimo ruolo ne sono 32. Previsti riserve di posti anche per chi è in possesso di specifici requisiti.

C’è tempo fino al 31 luglio per presentare domanda. Vediamo tutti i requisiti, come fare domanda e le prove previste per il concorso in Polizia di Stato.

Concorso vice ispettori tecnici Polizia di Stato: requisiti e come fare domanda

Tra i requisiti per partecipare al concorso troviamo:

  • cittadinanza italiana e godimento dei diritti civili e politici;
  • non aver compiuto il 28° anno d’età. Limite innalzato di 3 anni in relazione all’effettivo servizio militare prestato dai candidati;
  • idoneità fisica, psichica e attitudinale;
  • possesso di diploma di istruzione secondaria superiore o laurea triennale o magistrale in specifiche classi.

La modalità di partecipazione ai due concorsi è esclusivamente telematica. I candidati dovranno compilare la domanda di partecipazione entro il 31 luglio utilizzando la procedura informatica presente nella sezione dedicata ai concorsi sul sito della Polizia di Stato.

Per accedere sarà obbligatorio farlo o con una credenziale Spid o con CIE. All’interno della domanda il candidato dovrà inserire tutti i suoi dati anagrafici, titoli di studio, eventuali titoli di preferenza.

Fasi del concorso

Il concorso si articolerà su più fasi. Se le domande pervenute saranno superiori alle 5.000 unità allora sarà indetta una prova preselettiva consistente nel rispondere ad un questionario con domande a scelta multipla su diversi argomenti inerenti alla classe di concorso scelta. Per il concorso nel settore accasermamento le domande verteranno su temi di costruzioni, progettazioni. Per il concorso nel settore telematico ci saranno domande su informatica, telecomunicazioni e statistica.

Chi supererà la prova preselettiva sarà poi convocato per gli accertamenti dei requisiti fisici, psichici e attitudinali. Sedi e modalità di convocazione saranno pubblicati sul sito della Polizia di Stato con almeno 15 giorni di anticipo.

Chi risulterà idoneo verrà chiamato poi per la prova scritta. Questa dalla durata massima di 6 ore consisterà nella stesura di un elaborato sulle seguenti materie:

  • Settore accasermamento: tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica, progettazione, costruzioni, impianti, gestione del cantiere e sicurezza dell’ambiente di lavoro, estimo civile, tecnologia delle costruzioni;
  • Settore telematico: comunicazioni elettroniche, reti e sistemi di comunicazione via cavo e via etere, protocolli di reti e di trasporto, servizi e sicurezza sulle reti di comunicazione, elementi di matematica probabilistica e statistica, architettura dei calcolatori elettronici, sistemi operativi, reti di calcolatori, protocolli di comunicazione, elementi di ingegneria del software, linguaggi di programmazione, basi di dati.

Saranno ammessi alla prova orale i candidati che abbiamo riportato nella prova scritta una votazione di almeno 6/10. La prova orale verterà sugli argomenti che sono stati oggetto della prova scritta più l’accertamento della conoscenza della lingua inglese e dell’informatica. Il colloquio si intenderà superato se il candidato otterrà un giudizio di almeno 6/10.

Concluse le prove e valutati i titoli presentati da ogni candidato, la commissione esaminatrice provvederà a stilare la graduatoria finale di merito con i conseguenti vincitori. A parità di punteggio gli appartenenti alla Polizia di Stato avranno la preferenza.

I vincitori del concorso saranno nominati allievi vice ispettori e avviati a frequentare il relativo corso di formazione.