Concorso amministrazione della Difesa, arsenale marittimo di Taranto: 315 posti, ecco chi può partecipare e come

Ilena D’Errico

23 Novembre 2022 - 00:24

condividi

L’amministrazione dell Difesa ha indetto un concorso per ricoprire 315 posti nell’arsenale marittimo di Taranto. Vediamo i requisiti e come candidarsi per accedere.

Concorso amministrazione della Difesa, arsenale marittimo di Taranto: 315 posti, ecco chi può partecipare e come

L’amministrazione della Difesa ha indetto un concorso per l’arsenale marittimo di Taranto, con al centro la copertura di 315 posti in qualità di personale non dirigenziale con assunzione a tempo indeterminato.

Il concorso, in scadenza il 22 dicembre 2022, prevede una distribuzione in vari settori tra cui l’informatica, la grafica e la tecnica nautica. In seguito alla candidatura, ai fini dell’assunzione è necessario il superamento delle prove selettive e il completamento del periodo di formazione.

Il concorso promosso dal ministero della Difesa, infatti include anche al suo interno un corso vero e proprio, volto ad affinare le competenze dei candidati al fine dell’inserimento lavorativo conseguente.

Concorso dell’amministrazione della Difesa: chi può candidarsi

Per candidarsi al concorso per l’arsenale marittimo di Taranto è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana.
  • Maggiore età.
  • Diploma di istruzione secondaria di 2° grado di durata da 5 anni.
  • Idoneità psico-fisica in relazione al ruolo per cui si presenta la candidatura.
  • Disponibilità a frequentare il corso palombari o di svolgere la mansione di manovratore gru, a seconda del profilo per cui si concorre.
  • Godimento pieno dei diritti civili e politici.
  • Non essere stati esclusi dall’elettorato attivo.
  • Non essere stati destituiti , dispensati o dichiarati decaduti da un impiego nella Pubblica amministrazione.
  • Non riportare condanne penali definitive per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici.
  • Essere in possesso di una condotta incensurabile, priva perciò di comportamenti particolarmente rilevanti sul piano penale e/o morale.
  • Posizioni regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i candidati maschili nati prima del 1986.

Il possesso di tutti i requisiti richiesti verrà valutato dall’amministrazione senza tempi prestabiliti, quindi i candidati saranno ammessi con riserva e potranno in qualsiasi momento essere sottoposti all’esclusione o alla revoca di provvedimenti già avviati. L’accertamento delle cause per cui sono terminati precedenti impieghi pubblici, così come la condotta, verranno invece accertati d’ufficio.

L’assunzione è rivolta al personale civile con inquadramento nell’area funzionale II, per un totale di 315 posti così distribuiti:

  • 7 unità nel ruolo di assistente tecnico per l’informatica.
  • 64 unità come assistenti tecnici per i sistemi elettrici ed elettromeccanici.
  • 4 assistenti tecnici per la cartografia e la grafica.
  • 13 posti come assistente chimico-fisico.
  • 15 assistenti tecnici nel campo nautico.
  • 48 unità nel profilo di assistente tecnico per l’elettronica, l’optoelettronica e le telecomunicazioni.
  • 74 assistenti tecnici per le lavorazioni.
  • 90 unità come assistenti tecnici per la motoristica, la meccanica e le armi.

Trattandosi comunque di un concorso relativo all’arsenale marittimo, l’amministrazione della Difesa riserva il 50% dei posti ai soggetti in possesso dei requisiti che siano stati volontari nelle Forze armate e agli ufficiali che abbiano completato la ferma. A tutti i partecipanti, in ogni caso, viene offerta una borsa di studio per il periodo formativo dell’importo di 1.201,91 euro lordi al mese.

Come candidarsi e quali sono le prove

La modalità per presentare la candidatura è esclusivamente telematica, perciò è essenziale essere in possesso di un sistema di identificazione digitale come Spid. Per inoltrare la propria proposta è necessario iscriversi al sito ufficiale e poi compilare il format di candidatura apposito, dall’indirizzo https://www.inpa.gov.it.

Dall’avvenuta registrazione con compilazione della domanda, possono passare al massimo 30 giorni entro i quali è necessario inviare la candidatura. Per ricevere le comunicazioni è inoltre fondamentale possedere un indirizzo Pec personale. Perché la domanda risulti valida è possibile iscriversi a uno solo dei ruoli proposti, circostanza determinante in fase di selezione.

Nel complesso il candidato dovrà affrontare, e superare, nell’ordine:

  • Una pre-selezione comune.
  • La prova scritta specifica, il cui punteggio farà parte della graduatoria.
  • L’accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica.
  • Un periodo formativo di 4 mesi con relativa verifica finale.
  • Una prova pratica.
  • La valutazione dei titoli.

Iscriviti a Money.it