Concorso Rai: 80 posti per diplomati. Requisiti e come fare domanda

Concorso Rai: 80 posti per diplomati con contratto di apprendistato e retribuzione di oltre 22.000 euro lordi annui. Vediamo i requisiti e come fare domanda.

Concorso Rai: 80 posti per diplomati. Requisiti e come fare domanda

Concorso Rai: 80 posti per diplomati e per il profilo professionale di tecnico della produzione. Ma come fare domanda e quali sono i requisiti?

Il bando del concorso Rai per titoli e prove è stato pubblicato sul sito dell’azienda nella pagina dedicata e viene chiaramente specificato che, tenendo conto della situazione emergenziale che stiamo affrontando, la selezione avverrà a distanza.

Gli 80 posti per diplomati sono divisi per regione e in ciascuna, a partire da luglio 2020, si darà via al concorso a distanza il quale si dividerà in due parti: una prima prova scritta e una seconda fase con il colloquio (in due step) oltre ovviamente alla valutazione dei titoli. I vincitori sono assunti con contratto di apprendistato professionalizzante.

Nella domanda di ammissione, che deve essere inviata entro le ore 12.00 del 19 giugno 2020, il partecipante deve inserire anche la regione nella quale intende candidarsi senza poter dare più di una preferenza.

Vediamo nel dettaglio come fare domanda per il concorso Rai per tecnici della produzione, come sono divisi gli 80 posti per diplomati e requisiti richiesti.

Concorso Rai per 80 posti per diplomati: requisiti

Possono partecipare al concorso Rai per 80 posti per diplomati coloro che abbiano i requisiti previsti dal bando e in primis un’età compresa tra i 18 e i 29 anni e 364 giorni (dunque fino a un minuto prima della mezzanotte del giorno del compimento del 30esimo anno di età).

Per il concorso Rai è necessario anche avere un diploma di cinque anni tra i seguenti:

  • Istituto Tecnico settore Tecnologico
  • Istituto Tecnico Industriale previgente ordinamento;
  • Istituto Professionale settore Industria e Artigianato - previgente ordinamento;
  • Istituto Professionale - Manutenzione e assistenza tecnica;
  • Istituto Professionale - Industria e artigianato per il made in Italy;
  • Istituto Professionale - Servizi culturali e di spettacolo;
  • Liceo Scientifico.

Il candidato deve inoltre essere in possesso della patente di guida B ed essere cittadino italiano, dell’Unione Europea o anche cittadino di un Paese non appartenente all’Unione Europea, purché regolarmente soggiornante in Italia.

Il tecnico della produzione svolge le seguenti mansioni:

  • si occupa della realizzazione, installazione e manutenzione di tutti gli impianti e apparecchiature anche tecnologicamente innovativi (apparati di registrazione, ripresa e trasmissione in standard digitale, sistemi di governo informatizzati, apparati telematici di collegamento a reti e sistemi di reti) nella disponibilità dell’Azienda;
  • si occupa della regolazione e dell’esercizio di apparati e apparecchiature tecniche e del montaggio di prodotti, operando direttamente alla realizzazione di produzioni radio televisive e a ogni altro contributo telematico originale/derivato (es. internet);
  • collabora, in fase d’impostazione dei programmi, oltreché sulla scelta e sull’impiego dei mezzi, anche per gli aspetti artistici delle produzioni stesse;
  • provvede all’esercizio tecnico della trasmissione, come responsabile della qualità tecnica del prodotto per la fase del processo produttivo di competenza svolgendo anche tutte le attività strumentali che si rendano necessarie sia in interno che in esterno;
  • provvede a tutte le operazioni relative alla realizzazione e messa in onda di produzioni televisive non complesse e/o di produzioni radiofoniche e/o di ogni altro contributo telematico originale/derivato (es. internet);
  • effettua la messa a punto delle telecamere e il loro posizionamento.

Per la prova del concorso RAI che si svolgerà a distanza il candidato deve anche essere in possesso dei seguenti mezzi, che risultano in questa fase emergenziale fondamentali:

  • PC (sistema operativo Windows 8, o successivi) o MAC (MAC-OS 10.12, o successivi) dotato di webcam e microfono e utilizzo obbligatorio di GOOGLE CHROME (min. versione 73.0) come browser;
  • connettività Internet con velocità minima in upload e download di 1 Mbps. La partecipazione all’esame è comunque subordinata al system check nel quale verrà chiesto, nei giorni antecedenti la prova, di effettuare una sessione di verifica della strumentazione e della connettività messa a disposizione da parte del candidato.
  • smartphone o tablet (Android min v.4.1 – IOs min. v.8) dotato di webcam.

Rai consiglia anche l’utilizzo del wi-fi e informa che sarà chiesto durante la procedura di scaricare una APP sullo smartphone o tablet (34MB).

Concorso Rai per diplomati: le prove

Per il concorso Rai la selezione si svolge in diverse fasi, le prove pertanto sono tre una scritta e un secondo colloquio orale a sua volta diviso in due parti. Nel dettaglio il concorso Rai per diplomati consisterà in:

  • una prova scritta a risposta multipla su cultura generale, ma saranno anche afferenti al ruolo specifico per il quale ci si candida (elettronica, elettrotecnica, informatica, tecniche di produzione radiofonica e televisiva, teorie e tecniche del linguaggio radiotelevisivo, ottica, audio, montaggio, grafica) come anche la conoscenza della lingua inglese;
  • la prima parte del colloquio che verterà sull’approfondimento delle conoscenze e delle competenze tecnico-professionali possedute, con valutazione del curriculum vitae presentato nel formato standard europeo (50 punti);
  • la seconda parte è conoscitivo-motivazionale (50 punti).

Il punteggio minimo da ottenere nella seconda prova perché possa essere considerato per la graduatoria finale è di 30/50 in ciascuna parte del colloquio.

Il superamento della prova scritta è fondamentale per passare alla seconda fase, ma in questo caso il punteggio non viene considerato ai fini della graduatoria finale. La soglia minima d’idoneità per la graduatoria nel complesso è di 60/100.

Come presentare domanda per il concorso Rai e i posti

Vediamo ora come presentare la domanda per il concorso Rai che può essere inviata fino alle ore 12 del 19 giugno 2020. Questa va inviata telematicamente attraverso la compilazione del form online nell’area riservata al concorso sul sito di Rai lavora con noi e attendere, dopo averla inoltrata, l’e-mail di acquisizione della candidatura. Alla domanda bisogna allegare in formato PDF:

  • un curriculum in formato europeo aggiornato con fotografia;
  • copia o certificato di Diploma quinquennale di Scuola Media Secondaria Superiore con indicazione della votazione;
  • copia patente B;
  • solo se dichiarato nella domanda di ammissione: copia del Certificato di conoscenza della Lingua inglese riconosciuto dal MIUR, con relativo livello.

Nella domanda è necessario, come abbiamo anticipato, inserire la regione per la quale ci si candida. Chi verrà assunto firmerà un contratto di apprendistato professionalizzante con una retribuzione annua lorda di entrata pari a circa 22.800 euro per elevarsi ai 25.500 euro circa allo scadere dei 36 mesi.

Proprio in merito ai posti questi sono divisi per regione e riportiamo quindi di seguito la tabella.

REGIONI POSIZIONE(N) CANDIDATI (Nx5)Ammessi alla I prova (più ex-aequo) CANDIDATI (Nx3) Ammessi alla II prova (più ex-aequo)
BASILICATA 4 20 12
CALABRIA 2 10 6
CAMPANIA 3 15 9
FRIULI VENEZIA GIULIA 1 5 3
LAZIO 35 175 105
LIGURIA 2 10 6
LOMBARDIA 14 70 42
MARCHE 1 5 3
MOLISE 3 15 9
PIEMONTE 2 10 6
SARDEGNA 1 5 3
SICILIA 2 10 6
TRENTINO 1 5 3
VALLE D’AOSTA 4 20 12
VENETO 5 25 15

Per maggiori informazioni sul concorso Rai per diplomati rimandiamo al bando sul sito ufficiale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories