Concorso Carabinieri: bando per 626 allievi Marescialli in Gazzetta Ufficiale

Antonio Cosenza

14 Febbraio 2021 - 15:32

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Concorso Arma dei Carabinieri: in Gazzetta Ufficiale il bando per il corso triennale per allievi Marescialli.

Concorso Carabinieri: bando per 626 allievi Marescialli in Gazzetta Ufficiale

Concorsi pubblici: nuovo bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale, finalizzato al reclutamento di 626 allievi Marescialli del ruolo Ispettori dell’Arma dei Carabinieri.

Il bando, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di venerdì 12 febbraio, dà avvio all’11° corso triennale (che quindi verrà completato solamente nel 2024) per allievi Marescialli dell’Arma dei Carabinieri; possono partecipare al concorso sia i civili che il personale già impiegato presso le Forze Armate. A seconda dei casi ci sono dei requisiti differenti da soddisfare.

A tal proposito, di seguito faremo chiarezza su requisiti e prove del concorso per 626 Marescialli dell’Arma dei Carabinieri, primo bando del 2021 per il reclutamento nelle Forze Armate. A tal proposito, è importante ricordare che dal 22 febbraio potranno riprendere le prove e gli accertamenti concorsuali sospesi causa Covid: per poter partecipare, però, sarà necessario sottoporsi preventivamente al tampone.

Concorso Marescialli, Arma dei Carabinieri: i requisiti

Possono partecipare al bando per il concorso da allievi Marescialli dell’Arma dei Carabinieri, coloro che soddisfano i seguenti requisiti:

  • militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti al ruolo dei Sovrintendenti e degli Appuntati e Carabinieri (compresi gli appartenenti al ruolo forestale) e gli allievi Carabinieri che non hanno ancora compiuto i 30 anni e che sono in possesso del diploma di scuola secondaria di II grado. Per questi, ci sono inoltre dei requisiti concernenti i risultati ottenuti in servizio (ad esempio, non bisogna aver riportato, nell’ultimo biennio o nel periodo di servizio prestato se inferiore a due anni, sanzioni disciplinari più gravi della consegna);
  • i cittadini italiani che hanno un’età compresa tra i 17 e i 25 anni e sono in possesso di un diploma di scuola secondaria di II grado. Il limite di età è innalzato a 27 anni per coloro che hanno prestato il servizio militare.

Possono partecipare, con riserva, anche coloro che devono ancora conseguire il diploma e lo faranno entro l’anno scolastico in corso. A tal proposito, nel bando si legge che questi candidati dovranno presentare - entro il 30 luglio 2021 - la dichiarazione sostitutiva dalla quale risulti l’avvenuto conseguimento del titolo (questa va inviata tramite PEC a cnsrconcmar@pec.carabinieri.it).

Concorso Maresciallo dei Carabinieri: le prove

Queste, invece, le prove del concorso:

  • si parte con una prova preliminare, con un questionario di 60 domande a risposta multipla di cultura generale, logica deduttiva e informatica;
  • prove fisiche: corsa di 1.000 metri, piegamenti sulle braccia e salto in alto. Di seguito potete scaricare la tabella con gli obiettivi che uomini e donne dovranno raggiungere;
Prove fisiche concorso Marescialli dell’Arma dei Carabinieri
Clicca qui per scaricare tutte le informazioni sulle prove fisiche che concorso per allievi Marescialli dell’Arma dei Carabinieri.
  • prova scritta per la conoscenza della lingua italiana, consistente in 60 quesiti a risposta multipla con i quali verificare la conoscenza delle strutture fondamentali della lingua, delle abilità di ragionamento verbale induttivo, nonché la capacità di comprensione di un testo scritto;
  • accertamenti psico-fisici;
  • accertamenti attitudinali;
  • prova orale, vertente sulle materie indicate nel seguente allegato:
Prove scritte e orali del concorso per allievi Marescialli
Clicca qui per scaricare le informazioni sulle prove scritte ed orali del concorso per allievi Marescialli.

Concorso Marescialli Carabinieri: invio della domanda

Per l’invio della domanda c’è tempo fino al 15 marzo; l’inoltro va effettuato necessariamente tramite la procedura telematica disponibile sul sito dell’Arma dei Carabinieri.

A tal proposito, ricordiamo che per accedere alla procedura per l’inoltro della domanda è necessario essere in possesso delle credenziali SPID, o anche di un idoneo lettore di smart-card installato nel PC così da poter utilizzare la carta nazionale dei servizi.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories