Concorsi pubblici 2021: cosa prevede l’ultima Legge di Bilancio

Concorsi pubblici: nel 2021 nuove assunzioni grazie alle risorse stanziate dall’ultima Legge di Bilancio. Ecco quali saranno i comparti interessati.

Concorsi pubblici 2021: cosa prevede l'ultima Legge di Bilancio

Dopo un anno difficile sul fronte delle assunzioni, nel 2021 - e con la fine dell’emergenza Covid - potrebbero essere molti i concorsi pubblici banditi dalle varie amministrazioni che necessitano di personale.

Per il momento il Ministero della Pubblica Amministrazione ha autorizzato lo scorrimento delle graduatorie già esistenti per far fronte alle carenze di personale, visto il blocco dei concorsi pubblici deciso dagli ultimi DPCM; il prossimo anno, però si ripartirà con vecchie e nuove selezioni, con diverse opportunità di lavoro per coloro che vogliono concorrere per un posto nella Pubblica Amministrazione.

A tal proposito, nel testo della Legge di Bilancio 2021 approvato dal Consiglio dei Ministri c’è spazio per diverse selezioni. Nella manovra da 38 miliardi, infatti, vengono stanziate anche le risorse per concorsi e assunzioni nel pubblico impiego.

Analizzando il testo della manovra, quindi, possiamo farci un’idea di quelli che saranno i concorsi pubblici attesi nel 2021, tra i quali ci sarà anche la maxi selezione INPS (per la quale il bando potrebbe anche essere pubblicato nel 2020).

Vediamo, quindi, quali sono i concorsi annunciati dalla Legge di Bilancio 2021 analizzando quali sono le assunzioni autorizzate per il prossimo anno.

Assunzioni Legge di Bilancio 2021: i concorsi pubblici autorizzati dalla manovra

Sarà il Dipartimento della Funzione Pubblica, ad inizio 2021, ad autorizzare definitivamente le assunzioni descritte dalla Legge di Bilancio 2021 per il biennio 2021-2022 (e in alcuni casi, come per le Forze Armate, anche oltre questo orizzonte temporale).

È bene ricordare, come tra l’altro già anticipato, che le assunzioni di cui vi daremo notizia di seguito si aggiungono sia ai concorsi già in svolgimento che ai piani assunzionali già approvati dalle precedenti manovre. I concorsi di cui vi parleremo di seguito, quindi, non solo i soli previsti per il 2021, in quanto a questi si aggiungono quelli già in programma.

Saranno diverse, quindi, le opportunità occupazionali attese per il 2021, sia per l’area II della Pubblica Amministrazione (alla quale possono concorrere anche i diplomati) che per l’area III (riservata ai laureati).

Concorso Ministero della Giustizia: piano assunzioni 2021-2022

È notizia delle ultime ore la pubblicazione di un bando di concorso per 400 direttori presso il Ministero della Giustizia. Ma per il 2021 altre assunzioni sono in arrivo, in quanto la Legge di Bilancio 2021 autorizza l’assunzione di:

  • magistrati ordinari vincitori del concorso da bandire nel 2020;
  • 3.000 unità di personale amministrativo non dirigenziale nei ruoli dell’Amministrazione giudiziaria, di cui 2.700 dell’area II e 300 dell’area III;
  • 200 unità di personale del comparto funzioni centrali dell’Amministrazione penitenziaria, di cui 130 nell’area II e 70 nell’area III;
  • 80 unità di personale del comparto funzioni centrali per le esigenze del Dipartimento per giustizia minorile e di comunità, di cui 45 nell’area II e 35 nell’area III;
  • 1.080 unità di personale amministrativo non dirigenziale di area II.

Concorsi pubblici per Ministero delle Politiche agricole

Altro Ministero autorizzato ad assumere nel biennio 2021-2022 è quello delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Nel dettaglio, la Legge di Bilancio autorizza l’assunzione di 140 unità di personale da assumere con contratto a tempo indeterminato.

Nel dettaglio, le assunzioni sono così suddivise:

  • 44 nell’area II;
  • 88 nell’area III.

Inoltre, qualora se ne rilevasse la necessità, ci potranno essere ulteriori procedure concorsuali per il reclutamento di professionalità con competenze in materia di:

  • digitalizzazione;
  • razionalizzazione e semplificazione dei processi e dei procedimenti amministrativi;
  • qualità dei servizi pubblici;
  • gestione dei fondi strutturali e della capacità di investimento;
  • contrattualistica pubblica;
  • controllo di gestione e attività ispettiva;
  • tecnica di redazione degli atti normativi e analisi e verifica di impatto della regolamentazione;
  • monitoraggio degli andamenti di finanza pubblica e di bilancio.

Concorsi Ministero dell’Interno: le assunzioni nel 2021

Anche il Ministero dell’Interno potrà assumere personale, vista anche la necessità di un cambio generazionale e delle accresciute attività nel settore della depenalizzazione, già nel 2021. Nel dettaglio, le assunzioni sono per 250 unità nell’area II, con decorrenza dal 1° dicembre 2021.

Concorsi MEF nel 2021: le assunzioni previste

La Legge di Bilancio 2021 autorizza anche assunzioni per “potenziare e accelerare le attività e i servizi svolti dalle Ragionerie Territoriali nei confronti degli uffici periferici delle varie amministrazioni e per incrementare il livello di efficienza della giustizia tributaria”. Nel dettaglio, sono autorizzati concorsi per 550 unità, ossia:

  • 350 unità in area III;
  • 100 unità in area II delle Ragionerie Territoriali dello Stato;
  • 100 unità in area II delle Commissioni Tributarie.

Concorsi Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco

In programma anche concorsi per le Forze Armate, di Polizia e per i Vigili del Fuoco. Partiamo da quest’ultimi. In aggiunta ai piani assunzionali già autorizzati, la Legge di Bilancio 2021 interviene per autorizzare l’assunzione straordinaria di un contingente massimo di 750 unità nel ruolo iniziale di Vigile del Fuoco. Le assunzioni sono così distribuite:

  • 250 unità non prima del 1° ottobre 2021;
  • 250 unità non prima del 1° ottobre 2022;
  • 250 unità non prima del 1° ottobre 2023.

Per i corpi delle Forze dell’Ordine, quali Polizia di Stato, Penitenziaria, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, l’assunzione è per 4.535 unità. Il piano assunzioni in questo caso riguarda i prossimi cinque anni ed è così distribuito:

  • Assunzioni straordinarie nel 2021: 600 nel Corpo della Guardia di Finanza e 200 per la Polizia Penitenziaria;
  • Assunzioni straordinarie nel 2022: 300 nel Corpo della Guardia di Finanza e 200 per la Polizia Penitenziaria;
  • Assunzioni straordinarie nel 2023: 300 nella Polizia di Stato, 200 nell’Arma dei Carabinieri, 150 nel Corpo della Guardia di Finanza e 510 per la Polizia Penitenziaria;
  • Assunzioni straordinarie nel 2024: 200 nella Polizia di Stato, 250 nell’Arma dei Carabinieri, 200 nel Corpo della Guardia di Finanza e 510 nella Polizia Penitenziaria;
  • Assunzioni straordinarie nel 2025: 100 nella Polizia di Stato, 250 nell’Arma dei Carabinieri, 50 nel Corpo della Guardia di Finanza e 515 per la Polizia Penitenziaria.

Concorso Ministero della Salute per 45 dirigenti

Per il Ministero della Salute è invece previsto il reclutamento a tempo indeterminato di 45 dirigenti di livello non generale. Va detto, però, che non tutte le assunzioni vengono previste tramite nuovi concorsi: il Ministero della Salute, infatti, è autorizzato anche a reclutare i dirigenti tramite lo scorrimento delle graduatorie già esistenti.

Dei 45 dirigenti ricercati, i profili sono i seguenti:

  • 11 medici;
  • 4 veterinari;
  • 10 psicologi;
  • 2 dirigenti con profilo economico – sanitario;
  • 10 dirigenti con profilo giuridico – sanitario;
  • 1 dirigente ingegnere biomedico;
  • 1 dirigente informatico;
  • 2 dirigenti ingegneri gestionali;
  • 2 dirigenti ingegneri industriali;
  • 2 dirigenti ingegneri ambientali.

A questi, si aggiunge anche l’assunzione di 135 unità di personale non dirigenziale con professionalità anche tecniche nell’area III del comparto funzioni centrali.

Concorsi scuola: le assunzioni previste dalla Legge di Bilancio

La Legge di Bilancio 2021 interviene anche sulla scuola aumentando la dotazione dell’organico dell’autonomia per i seguenti posti:

  • 5.000 posti di sostegno a decorrere dall’anno scolastico 2021/2022;
  • 11.000 posti di sostegno a decorrere dall’anno scolastico 2022/2023;
  • 9.000 posti di sostegno a decorrere dall’anno scolastico 2023/2024.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories