Concorsi per 145 posti anche con licenza media in Puglia: bandi, requisiti e come fare domanda

Concorsi per 145 posti, parte dei quali riservati anche ai candidati in possesso della sola licenza media. I bandi sono pubblicati dall’agenzia Arif della Regione Puglia. Vediamo quali sono i requisiti, prove e come fare domanda.

Concorsi per 145 posti anche con licenza media in Puglia: bandi, requisiti e come fare domanda

Due concorsi per un totale di 145 posti sono stati banditi nella Regione Puglia anche per candidati in possesso della sola licenza di terza media.

I bandi per i concorsi pubblici sono stati emanati dall’Agenzia per le Attività Irrigue e Forestali (ARIF) Puglia di Modugno, in provincia di Bari.

I concorsi sono per la selezione, riservata anche a diplomati e laureati, di diversi profili professionali per assunzioni a tempo indeterminato.

Per la domanda c’è tempo fino al 26 novembre 2020. Abbiamo visto il nuovo bando del concorso alla Banca d’Italia. Vediamo ora quali sono i requisiti, i profili richiesti e come candidarsi ai due concorsi pubblici in Puglia.

Concorsi per 145 posti: i bandi

Per i concorsi di ARIF per 145 posti i bandi prevedono la selezione di diverse figure professionali da assumere a tempo pieno e indeterminato.

Un bando prevede un concorso pubblico per 35 posti così suddivisi:

  • 4 posti per la categoria D/1 “Funzionario amministrativo/tecnico”;
  • 20 posti per la categoria C/1 “Istruttore amministrativo/tecnico”;
  • 11 posti categoria B/3 “Esecutore amministrativo/tecnico”.

Il secondo bando prevede un concorso per 110 posti riservato al profilo di operaio categoria di inquadramento B/1.

Concorsi Puglia: i requisiti

Per i due concorsi dell’Agenzia della Regione Puglia i requisiti generali sono i medesimi e vale a dire:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati della Unione Europea, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.C.M. 7 febbraio 1994, n. 174. Sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del posto da ricoprire, da accertarsi a cura dell’Amministrazione al momento dell’eventuale assunzione;
  • non aver riportato condanne penali ostative all’accesso al pubblico impiego e non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludano, secondo la normativa vigente, la nomina agli impieghi presso pubbliche amministrazioni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione ovvero licenziati per persistente insufficiente rendimento o a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi e/o comunque con mezzi fraudolenti;
  • essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva e di quelli relativi al servizio militare volontario (per i candidati cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31/12/1985);
  • patente di guida categoria “B” (requisito solo per i candidati al bando di concorso per il profilo di operaio.

Veniamo ora ai requisiti specifici per ciascun profilo in termini di titolo di studio richiesto.

Per il concorso di cui al primo bando e per il profilo di Funzionario amministrativo/tecnico CAT D/1:

  • diploma di laurea vecchio ordinamento (DL) in: Giurisprudenza, Scienze politiche,
  • Economia e commercio;
  • laurea: 31 scienze giuridiche- 28 scienze economiche- 15 scienze politiche e delle relazioni internazionali dell’area sociale dell’elenco delle classi di laurea di I livello;
  • laurea specialistica (LS) appartenente alle classi: 19/S Finanza, 22/S Giurisprudenza, 64/S Scienze dell’economia, 70/S Scienze della politica, 71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • laurea Magistrale (LM) appartenente alle classi: LMG/01 Giurisprudenza, LM-16 Finanza, LM-56 Scienze dell’economia, LM-62 Scienze della politica, LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni.

Per il profilo di istruttore amministrativo tecnico categoria C/1 è necessario il diploma di scuola secondaria di secondo grado, mentre per la medesima categoria, ma per il profilo tecnico il titolo di studio richiesto è uno tra i seguenti:

  • diploma scuola secondaria di secondo grado di geometra;
  • diploma di perito agrario;
  • diploma di perito industriale.

Anche per il profilo di Esecutore amministrativo/tecnico categoria B/3 è necessario il diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Per questi profili in bando è necessario anche aver svolto almeno sei anni di attività lavorativa continuativa presso i Consorzi di difesa aderenti ad Assocodipuglia o l’Assocodipuglia.

Per il secondo bando del concorso di ARIF Puglia per il profilo di operaio il titolo di studio richiesto è la licenza media, quindi il diploma di scuola secondaria di primo grado.

Le prove

Per quanto riguarda il primo bando dei due concorsi pubblici per 145 posti di ARIF Puglia questo prevede una prova scritta e una orale e il programma d’esame è differenziato per ogni profilo da selezionare. Come si legge nel bando per i 35 posti le materie su cui verteranno le prove a concorso sono:

  • CAT. D/1: elementi di diritto pubblico, elementi di diritto amministrativo, elementi di diritto regionale ed enti locali compreso l’ordinamento contabile enti pubblici, comprensione del ruolo e miglioramento organizzativo;
  • CAT C/1: nozioni di diritto pubblico, nozioni di diritto amministrativo, nozioni di diritto regionale ed enti locali compreso l’ordinamento contabile enti pubblici, comprensione del ruolo e miglioramento organizzativo;
  • CAT B/3: nozioni generali di diritto regionale ed enti locali compreso l’ordinamento contabile enti pubblici, comprensione del ruolo e miglioramento organizzativo.

La prova orale sarà un colloquio sulle materie della prova scritta e sarà anche volta anche a valutare le competenze dei candidati in merito all’esperienza maturata presso l’Assocodipuglia.

Per quanto riguarda invece il profilo di cui al secondo dei due bandi, quello di operaio, il concorso prevede una valutazione dei titolo e prova teorico-pratica.

Come presentare domanda ai concorsi

Per la domanda da presentare al fine della partecipazione ai concorsi suddetti è necessario seguire le istruzioni presenti nei due bandi che alleghiamo di seguito.

Le domande compilate con i propri dati e in allegato la copia del documento di identità, della ricevuta di pagamento della tassa di partecipazione e del proprio curriculum, possono essere inviate agli indirizzi e secondo i criteri definiti dai bandi, tramite raccomandata A/R, consegnate a mano o anche mediante Posta elettronica certificata.

Il termine per l’invio delle domande di partecipazione ai concorsi, lo ricordiamo, è il 26 novembre 2020.

Bando per profili ammnistrativi .pdf
Concorsi pubblici: bando per i profili amministrativi per 35 posti
Bando per profilo operaio .pdf
Concorsi pubblici: bando per profilo operaio per 110 posti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

Termina il 07/12/2020

Come passerai questo Natale?

720 voti

VOTA ORA