Concorsi ministero degli Esteri, in programma 520 assunzioni: quali saranno i profili ricercati

Alessandro Nuzzo

14 Gennaio 2023 - 10:04

condividi

È quanto prevede la legge di Bilancio 2023 che ha autorizzato l’ente a nuove assunzioni nel prossimo biennio. Vediamo i profili ricercati.

Concorsi ministero degli Esteri, in programma 520 assunzioni: quali saranno i profili ricercati

La legge di Bilancio 2023 approvata lo scorso mese dal nuovo esecutivo targato Giorgia Meloni ha autorizzato anche nuove assunzioni nel prossimo biennio presso il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. In totale si prevedono 520 nuovi inserimenti di personale non dirigenziale di area II e III. Si tratta di inserimenti aggiuntivi rispetto alle facoltà assunzionali previste dalla legislazione vigente.

Per reclutarle il Ministero è autorizzato a bandire nuovi concorsi pubblici o a scorrere le graduatorie già esistenti. La prima ipotesi è molto probabile che avvenga già nei prossimi mesi. Vediamo quali saranno i profili ricercati.

Concorsi ministero degli Esteri: posti da coprire

La legge di Bilancio 2023 prevede un aggiornamento della dotazione organica ministeriale che sarà incrementata a partire dal 1° ottobre 2023 e dal 1° ottobre 2024. In particolare presso il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale saranno 520 le nuove assunzioni che si divideranno nel prossimo biennio. Dovrebbero essere assunti:

  • 100 assistenti nel 2023;
  • 420 assistenti nel 2023.

I fondi messi a disposizione dal Ministero per le prossime assunzioni come scritto nella manovra saranno pari a 937.655 euro per l’anno 2023, 8.516.238 euro per l’anno 2024 e 22.813.099 euro annui a decorrere dall’anno 2025.

I nuovi assunti saranno inquadrati nell’Area degli assistenti e nell’Area dei funzionari in base al nuovo sistema di classificazione professionale del personale. Il Ministero potrà assumere o scorrendo le precedenti graduatorie o pubblicando nuovi concorsi pubblici. È molto probabile che le assunzioni avverranno tramite concorsi pubblici e si attende l’uscita di un primo bando già nei prossimi mesi.

C’è ancora poca chiarezza a riguardo i requisiti richiesti. Per aver maggior certezza è necessario attendere la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale ma in base alle prime anteprime il requisito base dovrebbe essere comunque il possesso di una laurea. I nuovi bandi di concorso saranno consultabili anche sul sito del ministero degli Esteri navigando nella sezione bandi di concorso. Qui saranno pubblicati tutti i nuovi concorsi in partenza.

Previste 9mila assunzioni anche all’Agenzia delle Entrate

Ma nel prossimo biennio sarà anche l’Agenzia delle Entrate a reclutare nuovo personale. In base al programma di pubblicazione dei bandi di concorso dell’ente saranno indetti nuovi concorsi per 5.250 assunzioni a cui si aggiungeranno i 3.900 posti autorizzati dalla Legge di Bilancio. In totale saranno quindi oltre 9mila i nuovi posti di lavoro che si copriranno tramite la pubblicazione di diversi concorsi pubblici in uscita già nei prossimi mesi.

Si tratterà di bandi per diplomati e laureati, a seconda del profilo professionale di riferimento. Si cercheranno assistenti tecnici, informatici e funzionari da inquadrare nelle diverse aree di riferimento e che andranno a coprire i posti nelle numerose sedi dell’ente ubicate su tutto il territorio nazionale. Per avere maggiori informazioni si dovrà attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione concorsi. Le domande dovranno essere inviate ovviamente sempre in modalità telematica come accade ormai da anni per tutti i concorsi pubblici.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it