Concorsi Agenzia delle Entrate: 4.000 assunzioni nei prossimi tre anni

Antonio Cosenza

2 Febbraio 2021 - 12:00

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Agenzia delle Entrate, via al turnover: 5.267 uscite previste, oltre 4.000 le assunzioni in programma. Nel 2021 nuovo concorso per funzionari.

Concorsi Agenzia delle Entrate: 4.000 assunzioni nei prossimi tre anni

Sono diversi i concorsi pubblici attesi nel 2021: si parla di oltre 100.000 assunzioni in arrivo e tra queste ci saranno anche opportunità di lavoro per l’Agenzia delle Entrate.

È stato ufficializzato il piano per il turnover nel 2021-2023: le uscite stimate dall’Agenzia delle Entrate per i prossimi tre anni sono almeno 5.267, considerando sia il personale che raggiungerà i limiti di età che coloro che decideranno di anticipare la data del pensionamento ricorrendo all’ultima coda di Quota 100 (in scadenza il 31 dicembre 2021).

E all’uscita di personale dovranno seguire necessariamente nuovi ingressi: tra assunzioni già programmate e nuovi concorsi pubblici saranno circa 4 mila i nuovi reclutamenti attesi entro la fine del 2023.

Ma attenzione perché rispetto al passato le selezioni dell’Agenzia delle Entrate terranno conto maggiormente delle nuove competenze. L’Agenzia, infatti, guarda al futuro ed è per questo che con il cambio generazionale vengono messe al primo posto le competenze tecniche, statistiche ed econometriche necessarie per effettuare un’efficiente attività di controllo.

Competenze necessarie alla luce di come gli uffici dell’Agenzia delle Entrate si sono dovuti riorganizzare nel periodo della pandemia, con il rapporto con i contribuenti che sono sempre più basati sull’utilizzo delle tecnologie a distanza.

Un nuovo modus operandi che potrebbe continuare nei prossimi anni: le linee guida dell’Agenzie delle Entrate per il 2021, infatti, parlano di un maggiore ricorso ai contraddittori a distanza, riducendo nel contempo i controlli in azienda.

Detto questo, vediamo quali sono le prossime assunzioni attese presso l’Agenzia delle Entrate, soffermandoci su quanti sono i posti che saranno disponibili con i prossimi concorsi pubblici.

Agenzia delle Entrate: 4.000 assunzioni entro il 2023

I primi ingressi in programma presso l’Agenzia delle Entrate sono quelli dei 510 tirocinanti che lo scorso dicembre hanno concluso il loro percorso di “apprendistato”.

Questi i primi rinforzi, ai quali si aggiungono altri 25 funzionari che saranno reclutati attraverso lo scorrimento della graduatoria. Si tenterà, inoltre, di chiudere l’iter che riguarda il concorso di 175 dirigenti bandito nel 2010; questo è bloccato ormai da allora a causa dei ricorsi giurisdizionali che sono stati presentati, ma l’obiettivo è di portarlo finalmente in conclusione.

Agenzia delle Entrate: in arrivo concorso per 1.243 funzionari

L’appuntamento più atteso da chi è in cerca di lavoro è quello del prossimo concorso dell’Agenzia delle Entrate, atteso già per il 2021, con il quale saranno reclutati 1.243 funzionari.

Il bando doveva uscire già nel 2020 ma causa Covid è stato ritardato. E con l’occasione ci sarà più spazio per la valorizzazione delle nuove competenze, specialmente per quanto riguarda l’analisi di rischio. Si darà preferenza ad un approccio che dovrà essere di tipo manageriale, mentre ai nuovi assunti verranno chieste iniziative volte a “rafforzare la cultura della compliance e dell’accountability”, nonché per una “maggiore attenzione al fattore umano nella gestione della performance organizzativa (monitoraggio, controllo, valutazione)”.

E tra le nuove competenze figurano anche le competenze statistiche ed econometriche all’interno del nucleo della Direzione centrale coordinamento normativo, così da valutare l’impatto su contribuenti, imprese e professionisti rispetto alle misure da introdurre.

I requisiti saranno noti con la pubblicazione dei relativi bandi, ma in ogni caso è certo che sarà richiesta la laurea per partecipare.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories