Come far riconoscere un titolo di studio conseguito all’estero

Isabella Policarpio

07/09/2021

07/09/2021 - 12:43

condividi

Per frequentare l’Università italiana o iscriversi ad un concorso pubblico serve farsi riconoscere il titolo di studio straniero: come fare e quanto tempo serve.

Come far riconoscere un titolo di studio conseguito all'estero

Per partecipare ad un concorso pubblico o iscriversi in un’Università italiana può essere necessario farsi riconoscere il titolo di studio straniero, conseguito in Ue o in un Paese extra Ue.

Il riconoscimento del titolo avviene mediante una procedura ministeriale volta verificare l’effettiva equipollenza con il titolo italiano e ha pieno valore legale.

Tempi e uffici a cui rivolgersi sono indicati nel sito ufficiale del Ministero dell’Istruzione, con diverse procedure tra il riconoscimento del titolo accademico e quello finalizzato a partecipare ai concorsi pubblici.

Riconoscimento titolo di studio straniero

Chi ha conseguito un titolo di studio all’estero deve necessariamente chiederne il riconoscimento se intende proseguire gli studi di grado superiore in Italia, esercitare una professione o lavorare nel pubblico impiego tramite concorso.

Soltanto con il procedimento di riconoscimento si può ottenere la dichiarazione di equipollenza di uno specifico titolo conseguito nel nostro Paese. Una volta ottenuta l’equipollenza, il titolo di studio straniero avrà valore legale in tutta Italia e per sempre.

Chi può fare domanda di riconoscimento

La procedura di riconoscimento del titolo straniero è indicata all’articolo 379 del D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297. Riguardo i titoli scolastici - quindi non universitari - possono presentare la domanda i cittadini:

  • italiani che abbiano conseguito il titolo all’estero
  • italiani con cittadinanza acquisita per matrimonio
  • italiani per naturalizzazione
  • di Stati membri dell’Unione Europea
  • degli Stati aderenti all’Accordo sullo Spazio Economico Europeo
  • della Confederazione elvetica (Svizzera)
  • rifugiato o in regime di protezione sussidiaria

I cittadini extracomunitari non possono chiedere il riconoscimento del proprio titolo di studio. Inoltre non si può in nessun caso ottenere l’equipollenza del diploma di 2° grado prima del compimento del 18° anno di età del titolare.

Si ricorda, inoltre, che per le professioni sanitarie esiste una procedura ad hoc per la richiesta di riconoscimento, indicata a questo link del Ministero della Salute

Abilitazione docenti all’estero: come chiedere il riconoscimento

Per quanto riguarda i docenti che hanno conseguito l’abilitazione per insegnare all’estero, sia in un Paese Ue che extra Ue, devono chiedere il riconoscimento se vogliono esercitare in Italia. La domanda andrà presentata esclusivamente sul portale dedicato al personale docente del Miur.

Per quali titoli si può chiedere il riconoscimento

Per chiedere il riconoscimento del titolo bisogna soddisfare alcune condizioni. Nello specifico il titolo straniero deve:

  • essere stato rilasciato da un’università o da un’altra istituzione di livello universitario o superiore che faccia parte ufficialmente del sistema educativo del paese straniero;
  • essere un titolo finale di 3° ciclo riconosciuto in quel Paese;
  • l’ordinamento didattico dell’ateneo individuato deve prevedere un corso di studio comparabile con quello svolto all’estero.

Come fare domanda

La richiesta di riconoscimento deve essere presentata presso un ateneo italiano a scelta. Spetta alla Segreteria di ateneo indicare al richiedente modalità, scadenze, moduli e documentazione da allegare.
Dopo la domanda, un organo accademico deve valutare il tipo di titolo e il percorso di studi conseguito. Se necessario, l’ateneo può indicare al richiedente di colmare eventuali lacune con specifici esami. Quindi a seguito della domanda si possono avere tre esiti:

  • accoglimento e riconoscimento dell’equipollenza
  • non riconoscimento del titolo
  • riconoscimento a condizione che si colmino le parti mancanti

La domanda va inoltrata al Ministero dell’Università e della ricerca nei seguenti casi:

  • per il riconoscimento di un dottorato di ricerca
  • per riconoscere i titoli di Teologia e Sacra scrittura ed altri titoli oggetto di accordi tra lo Stato italiano e la Santa Sede
  • per titoli artistico/musicale/coreutico
  • riconoscimento di un titolo abilitante all’ insegnamento o di percorsi di specializzazione post laurea

Per le qualifiche professionali il riconoscimento deve essere richiesto ai Ministeri competenti per materia che vigilano sulle rispettive professioni in Italia.

Quanto tempo serve per il riconoscimento del titolo

Per ultimare il riconoscimento possono essere necessari dai 50 ai 150 giorni, in base alla complessità della richiesta.

Iscriviti a Money.it