Come cambierà il reddito di cittadinanza secondo Giorgia Meloni: “Una nuova misura per tutelare solo i più fragili”

Stefano Rizzuti

17/08/2022

25/10/2022 - 09:24

condividi

La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, vuole cancellare il reddito di cittadinanza e cambiarlo con una nuova misura, rivolta solamente ai più fragili: ecco come funzionerebbe.

Come cambierà il reddito di cittadinanza secondo Giorgia Meloni: “Una nuova misura per tutelare solo i più fragili”

Giorgia Meloni non è mai stata a favore del reddito di cittadinanza. Quindi le sue dichiarazioni in campagna elettorale contro la misura introdotta dal governo Conte I di certo non possono stupire. In un video su Facebook, la leader di Fratelli d’Italia spiega cosa vorrebbe fare del reddito di cittadinanza in caso di vittoria alle elezioni politiche del 25 settembre.

Meloni ricorda come il reddito di cittadinanza costi 9 miliardi l’anno allo Stato e sottolinea che, a suo giudizio, “ha completamento fallito come strumento di lotta alla povertà e come misura di politica attiva del lavoro”.

Da qui la sua proposta di sostituire il reddito con uno strumento diverso e che tuteli le persone più fragili, come over 60, disabili e famiglie senza reddito con figli a carico. Vediamo in cosa consiste la proposta di Giorgia Meloni e qual è il suo giudizio sul reddito di cittadinanza, anche per capire quali potrebbero essere le sue intenzioni sulla misura in caso di vittoria del centrodestra.

Le critiche di Meloni al reddito di cittadinanza

Nel video pubblicato sulla sua pagina Facebook, la leader di Fratelli d’Italia definisce il reddito come un “fallimento totale, nonostante un costo esorbitante per lo Stato”. Meloni sottolinea anche le truffe sul reddito che avrebbero favorito “criminali e mafiosi”.

E si concentra poi sulle altre pecche della misura: “Ha fallito come strumento di lotta alla povertà, che doveva essere abolita e invece ha raggiunto i massimi storici, e ha fallito come misura di politica attiva del lavoro visto che pochissimi dei percettori sono stati assunti e hanno trovato un lavoro dignitoso”.

Cosa vuole fare Meloni coi soldi del reddito di cittadinanza

Meloni pensa quindi a ri-destinare le risorse del reddito di cittadinanza ad altre misure. In particolare la leader di Fdi parte delle risorse per le politiche attive che, a suo parere, dovevano andare alle imprese per incentivarle ad assumere.

Poi distingue i beneficiari del reddito, sostenendo che sia sbagliato mettere sullo stesso piano chi può e chi non può lavorare. Per questo, continua Meloni, è necessario ripensare il reddito e renderlo uno strumento di tutela per chi non è condizione di lavorare.

La presidente di Fratelli d’Italia spiega che la sua idea è quella di dare le risorse agli over 60, ai disabili e alle famiglie senza reddito che hanno dei minori a carico. Diversamente, per gli altri attuali beneficiari, ciò che serve sono “la formazione e gli strumenti necessari a favorire le assunzioni”.

Ovvero, sembra il ragionamento di Meloni, fornire un reddito a chi non può lavorare e vive in serie difficoltà economiche. E puntare sulla formazione di chi può lavorare e sugli incentivi alle imprese per assumere queste persone. Questo, per Meloni, è “l’unico modo di combattere e abolire la povertà”.

Meloni chiude il video sostenendo che bisogna consentire alle “persone di avere un lavoro dignitoso che possa aiutarle a crescere indipendentemente dalla situazione dalla quale provengono: questo fa uno Stato giusto”.

Iscriviti a Money.it