Coca-Cola venderà una bevanda alcolica

Dopo una fase di test considerata di successo, Coca-Cola darà il via per la prima volta nella sua storia alla vendita di una bevanda alcolica

Coca-Cola venderà una bevanda alcolica

Coca-Cola venderà una bevanda alcolica. Per la prima volta nella sua storia, la compagnia lancerà a livello nazionale la commercializzazione di un prodotto contenente percentuali di alcol.

La circostanza segue una lunga fase di test effettuata in Giappone, a partire dal maggio 2018. È allora infatti - nel Kyushu, l’isola più meridionale del Paese - che aveva debuttato Lemon-do, bevanda al gusto di limone in tre varietà che vanno dal 3% al 7% di contenuto alcolico.

Proprio qui in Giappone Coca-Cola lancerà ufficialmente la bibita Lemon-do a ottobre, secondo quanto riferito nelle ultime ore dal portavoce della società, Scott Leith.

E inevitabilmente l’entusiasmo dei consumatori è subito alle stelle, specie prefigurando un rapido arrivo del prodotto in tanti altri Paesi. Ma proprio riguardo questa possibilità è la stessa azienda a invitare alla cautela, spiegando che le attuali necessità di mercato non suggeriscono l’arrivo del prodotto negli Stati Uniti, in Europa o in altre realtà.

Coca-Cola venderà una bevanda alcolica

Per la prima volta nella storia dell’azienda, Coca-Cola venderà una bevanda alcolica. Ma - ammoniscono dai vertici del colosso - non contate sul fatto che arrivi presto negli Stati Uniti o in Europa.

Lemon-do è ispirata al ’chu-hi’ giapponese, popolare bevanda in lattina prodotta con un alcol distillato chiamato ’shochu’, unito ad acqua gassata e aromi, secondo quanto spiegato dal presidente della business unit Coca-Cola Japan, Jorge Garduño.

Garduño ha precisato che la bevanda è stata appositamente prodotta per una “fetta specifica” del mercato di Coca-Cola, e proprio per questo è molto probabile che resti un’esclusiva giapponese:

“Non credo che tutti i consumatori debbano aspettarsi di trovare presto il prodotto sugli scaffali dei loro supermercati. Penso che la cultura giapponese sia ancora speciale e unica sotto molti punti di vista; è per questo che tanti prodotti che nascono qui sono destinati a rimanere solo qui”.

Non è una novità il lancio sul mercato giapponese di varianti fantasiose di Coca-Cola, che restano però «inedite» in altri continenti; si pensi ad esempio alla Coca-Cola al Tè verde Ayataka.

Maggiori speranze di diffusione massiva restano invece per la nuova Coca-Cola With Coffee, ritorno della cosiddetta Coca-Cola Blak del 2006, che allora si rivelò un risonante fiasco.

Il prodotto verrà lanciato in 25 diversi mercati internazionali entro la fine del 2019. Si tratta di un insieme di Coca-Cola e un’elevata percentuale di caffè. Secondo Javier Meza, responsabile marketing dell’azienda, potrebbe debuttare negli Stati Uniti già dal 2020, e a seguire in Europa.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Coca Cola

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.